Il difensore ha parlato a Hellas Live

Il difensore centrale dell’Hellas Verona, Federico Ceccherini, ha parlato ai microfoni del portale Hellas Live analizzando il buon momento della sua squadra. Ecco le sue dichiarazioni (riprese anche da Pianeta Milan):

“Col Milan abbiamo fatto quasi 65’ la gara, poi purtroppo ci siamo abbassati troppo e loro, diciamo, cercavano i lanci lunghi su Ibrahimovic. Immarcabile. Lui da solo ci metteva in difficoltà negli ultimi minuti. A quell’età non credevo riuscisse a fare certe cose. Non siamo riusciti a contenerlo come prima. Il goal annullato? Non mi aveva fatto saltare e poi i miei compagni urlavano anche mano. Era giusto annullarlo. Juric? Il mister per il modo di giocare mi garba tantissimo. Lui dà molta autostima ai calciatori. Siamo sempre uno contro uno con grande coraggio. Credo che oltre ad altre doti, questa sia la più importante di Juric. Chi tra i miei compagni di squadra mi ha impressionato di più? Lovato non lo conoscevo è davvero molto bravo. E poi Ilic e Vieira. In realtà tutti gli altri giovani che grazie al mister cresceranno. Il Verona mi voleva ma poi non se ne fece più nulla l’anno scorso, io volevo il Verona perché sono convinto che è la squadra giusta per giocare con continuità e dimostrare che i due anni a Firenze mi sono serviti anche se non sempre partivo titolare. Qui ho la possibilità di esprimermi al meglio. Stiamo attraversando un buon momento, però tornando a casa in pullman dalla trasferta di Milano pensavo a dove saremo potuti essere con tutti i miei compagni a disposizione. Quante possibilità avrebbe avuto in più Juric per fare ancora meglio. La città di Verona? Città splendida, io e la mia ragazza Carola ci siamo trovati subito bene. Il pubblico è caldo ma al tempo stesso molto rispettoso. Il mio idolo? Chiellini. Il Sassuolo? Squadra molto forte, che gioca molto sul possesso palla. Aspettano la tua pressione per uscire palla al piede. Per certi versi sono più temibili di Juventus e Milan”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: