Il tecnico rossoblu ha parlato a l’Unione Sarda

Il tecnico del Cagliari, Eusebio Di Francesco, ha rilasciato questa mattina una lunga intervista dalle colonne del quotidiano l’Unione Sarda. Ecco alcuni passaggi delle sue dichiarazioni:

“Se il bicchiere del Cagliari è mezzo pieno? Siamo partiti con difficoltà legate al calendario, poche possibilità di fare gare importanti e una preparazione ridotta rispetto alle mie abitudini. Per metabolizzare determinati lavori, sapevo che sarebbe servito tempo. Ora ci stiamo conoscendo meglio, ma bisogna dare continuità, ci aiuta la grande umiltà nel lavoro. Se ci manca qualcosa in classifica o siamo dove meritiamo? Abbiamo quello che ci meritiamo. Sette punti vanno bene per quello che abbiamo espresso. Se il Cagliari sa difendere come piace a me? Ancora no. Abbiamo fatto passi in avanti, per esempio tanti hanno visto in maniera negativa il primo tempo con la Samp, invece abbiamo subito poco. E sapevo che prima o poi avremmo segnato. Ma quello che avevo chiesto era di non subire. Se con qualche ritocchino possiamo stare nella parte sinistra della classifica? È inevitabile che faremo delle valutazioni. Ma non mando messaggi di alcun tipo, sto lavorando con un gruppo e mi concentro su quello che ho, mi stanno dimostrando tutti grande applicazione. Da uno come Ceppitelli, per esempio, che ha avuto diverse difficoltà, vedo atteggiamenti costruttivi. Parlare di gennaio è presto. Ma sognare non guasta, vedremo. Cosa vuole da me il presidente Giulini? Abbiamo inserito tanti giovani, abbiamo i tre Under 21 più utilizzati della Serie A. Mi è stato chiesto di valorizzare i giovani, di cambiare la mentalità e dare un’identità al Cagliari”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: