Spezia, Italiano: “Salvezza? Ci siamo anche noi. Sul mio futuro…”

Spezia, Italiano: “Salvezza? Ci siamo anche noi. Sul mio futuro…”

L’allenatore dello Spezia, Vincenzo Italiano, è stato intervistato ieri sera in esclusiva dall’emittente televisiva Sportitalia. Il tecnico degli Aquilotti, in particolare, si è soffermato sulla lotta salvezza, sul suo modo di intendere calcio, sugli allenatori emergenti che potrebbero fare il salto e anche sul suo futuro. Ecco di seguito le sue parole riprese da CalcioNews24:

“Salvezza? Mi auguro che la soglia sia bassa, così non devo fare moltissimi punti. Trenta punti sono tanti, il Parma continua a mostrare grande crescita, il Cagliari è fortissimo, il Torino… Tutti faranno la corsa su quelli davanti, ci siamo anche noi. Da qualche parte lo Spezia dovrà cercare di andarli a prendere, non so però se sono otto, nove o cinque. Filosofia? La mia è un’idea che parte da calciatore, avevo allenatori e maestri bravi. Quando lo diventi cerchi di attingere da quello che hai imparato, nelle varie categorie fai tanti errori dove riesci a perfezionare tante cose. Delle soddisfazioni che arrivano in questo momento, soprattutto del percorso fatto negli ultimi due anni, ma tra l’anno scorso e quest’anno è una esperienza fantastica. Speriamo di terminare questa stagione con il sogno di esaudire il desiderio dei tifosi. Miei eredi in panchina? Dionisi è bravo, lo sta dimostrando. Nell’anno di Trapani mi fece una bella impressione Modesto. Ma ce ne sono altri. Futuro? È un mini record rimanere due anni consecutivi. Devo ammettere che a Spezia si sta bene, la città è bella, la gente ha una passione smisurata per la propria squadra. La festa promozione mi è rimasta nel cuore, sono rimasto impressionato da tutta la città per le strade. Anche quello mi ha fatto scegliere di continuare a lavorare con questo gruppo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: