Newcastle-Tottenham | Mourinho: “Siamo delusi per non aver vinto”

Newcastle-Tottenham | Mourinho: “Siamo delusi per non aver vinto”. Sono le dichiarazioni del manager del Tottenham, José Mourinho, ai microfoni di BBC Radio 5 Live dopo il pareggio esterno per 2-2 contro il Newcastle. Il manager degli Spurs ha espresso tutta la sua delusione per aver mancato l’appuntamento con la vittoria, sottolineando gli errori difensivi dei suoi e anche le occasioni mancate per chiuderla. Ecco di seguito le parole dello stesso Mourinho (riproduzione: bbc.com):

“I am frustrated. We needed to win the match and we came to win. We were not far from winning it but, at the same time, we created some instability on the game with so many individual defensive mistakes that we made. We always gave Newcastle a chance to be in the game. Of course, we had the biggest chance of the game to make it 3-1 and kill it, then we concede a game the next minute. I don’t think so. We work well, we work hard. But there are mistakes which I probably shouldn’t even call mistakes because they are related to qualities that players have. Looking at the second goal, it’s easy to understand because there’s three different moments – the cross, the ball at the far post where they won it, and then the ball in the face of the goal where our two centre-backs were in position. You can analyse it easily”

“Sono deluso. Avevamo bisogno di vincere la partita e siamo venuti per vincere. Non siamo stati lontani dal vincerla ma, allo stesso tempo, abbiamo creato una certa instabilità nella partita con tanti errori difensivi individuali che abbiamo fatto. Abbiamo sempre dato al Newcastle la possibilità di essere in partita. Naturalmente, abbiamo avuto la più grande occasione della partita per fare il 3-1 e ucciderla, poi abbiamo concesso gol un minuto dopo. Non ci credo. Lavoriamo bene, lavoriamo duramente. Ma ci sono errori che probabilmente non dovrei nemmeno chiamare errori perché sono legati alle qualità che hanno i giocatori. Guardando il secondo gol, è facile da capire perché ci sono tre momenti diversi: il cross, la palla sul palo lontano dove l’hanno vinta, e poi la palla verso la porta dove i nostri due centrali erano in posizione. Si può analizzare facilmente”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: