Man United-Brighton | Potter: “Siamo delusi per questa sconfitta”

Man United-Brighton | Potter: “Siamo delusi per questa sconfitta”. Così il manager del Brighton, Graham Potter, ha commentato la sconfitta della sua squadra per 2-1 all’Old Trafford contro il Manchester United, seconda forza della Premier League 2020-2021. Il manager dei Seagulls, nonostante la buona prestazione della sua squadra, ha mostrato tutto il suo rammarico per l’ennesima prova convincente ma senza avere poi un tornaconto in termini di punti. Ecco di seguito le parole dello stesso Potter (riproduzione: bbc.com):

“We contributed well in the game. We took the lead and were probably the team which carried the most threat in the first half. We just missed that final pass. Man Utd responded in the second half without creating too many chances. They scored from not too much. Maybe a penalty which Danny Welbeck didn’t get. When it was live I thought it was a penalty then I suppose it’s the clear and obvious debate. If Mike Dean had given it I don’t think VAR would have overuled it. There’s nothing we can do in the end. We’re disappointed to come away with nothing. I’m confident in terms of the team, the way we’re playing and the personality in the team but until you get the points you can never relax. Sometimes the opposition have some quality that you have to hold your hands up to and say ‘that’s good.’ We’ll keep going.”

“Abbiamo fatto un buon lavoro durante la partita. Siamo andati in vantaggio e siamo stati probabilmente la squadra che ha portato più minacce nel primo tempo. Ci è mancato solo l’ultimo passaggio. Il Man Utd ha risposto nel secondo tempo senza creare troppe occasioni. Hanno segnato da non lontano. Forse c’era un rigore che Danny Welbeck non ha ottenuto. Quando era in diretta pensavo fosse rigore, poi suppongo sia la discussione chiara e ovvia. Se Mike Dean l’avesse dato non credo che il VAR l’avrebbe annullato. Alla fine non c’è niente da fare. Siamo delusi di non aver ottenuto nulla. Sono fiducioso in termini di squadra, il modo in cui stiamo giocando e la personalità nella squadra, ma fino a quando non ottieni i punti non puoi mai rilassarti. A volte l’avversario ha una qualità che devi alzare le mani e dire ‘questi sono bravi’. Continueremo ad andare avanti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: