Real Sociedad-Athletic Bilbao | Alguacil: “Credo che il pari sia giusto”

Real Sociedad-Athletic Bilbao | Alguacil: “Credo che il pari sia giusto”. Sono le parole dell’allenatore della Real Sociedad, Imanol Alguacil, dopo il pareggio interno per 1-1 al Reale Seguros Stadium di San Sebastián nel derby contro l’Athletic Bilbao, valido per il recupero della 29^ giornata della Liga Santander 2020-2021. Ecco di seguito le parole dello stesso Alguacil (report completo su MARCA):

“Yo tengo claro que el partido ha sido muy igualado una vez más, como están siendo todos los derbis, y que en los minutos finales, con los cambios, creo que estaba más cerca el 1-0 que el 0-1, pero han acertado ellos y se han puesto por delante. Hemos insistido y hemos conseguido el empate, que entiendo yo es justo. Ya dije que no nos importaba. El Athletic, se ha portado como es, tanto después de la final como hoy haciendo el pasillo, un gran club, con un extraordinario comportamiento. Lo de los mariachis me parece muy feo. Esa no es la afición de la Real, son una minoría. El Athletic no se merecía eso. Lesiones? “Puede ser, pero venimos también de jugar una Europa League súper exigente, que llevamos dos años a un nivel de juego regular muy bueno y en puestos europeos, y eso exige física y mentalmente. Pero no voy a buscar excusas, ha entrado gente nueva y ha aportado al equipo, y también tengo el Sanse si hace falta”

“Sono chiaro che la partita è stata ancora una volta molto equilibrata, come lo sono tutti i derby, e nei minuti finali, con i cambi, penso che fosse più vicino all’1-0 che allo 0-1, ma hanno avuto ragione e sono andati in vantaggio. Abbiamo insistito e abbiamo ottenuto un pareggio, che credo sia giusto. Ho detto che non ci interessa. Athletic, si sono comportati come sono, sia dopo la finale e oggi facendo il corridoio, un grande club, con un comportamento straordinario. Penso che i mariachi siano molto brutti. Non sono i tifosi della Real, sono una minoranza. L’Athletic non se lo meritava. Lesioni? Forse, ma veniamo anche da una Europa League molto impegnativa, abbiamo giocato ad un ottimo livello per due anni e siamo stati in posti europei, e questo è fisicamente e mentalmente impegnativo. Ma non ho intenzione di cercare scuse, nuove persone sono arrivate e hanno contribuito alla squadra, e ho anche Sanse se necessario”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: