Betis-Granada | Pellegrini: “Europa? Ancora non abbiamo fatto nulla”

Betis-Granada | Pellegrini: “Europa? Ancora non abbiamo fatto nulla”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Betis, Manuel Pellegrini, dopo la vittoria interna per 2-1 al Benito Villamarín nel derby andaluso contro il Granada, decima forza della Liga Santander 2020-2021. Il tecnico biancoverde, in conferenza stampa, ha elogiato il lavoro fatto dalla squadra in questa partita ma ha anche voluto tenere i suoi alla corda, evidenziando come ancora l’obiettivo europeo sia ancora tutto da conquistare, a partire dalla prossima partita casalinga contro l’Eibar. Ecco di seguito le parole dello stesso Pellegrini (report completo su MARCA):

“Una victoria fundamental ante un buen rival? El Granada es un equipo complicado, rocoso, con buenos jugadores y que venía recién de ganar al Barcelona. Sabíamos que era un partido muy difícil, pero lo buscamos desde el comienzo. Creo que hicimos un muy buen primer tiempo, merecimos la ventaja y tuvimos algunas ocasiones más para ampliarla. Y un segundo tiempo donde desgraciadamente consiguieron el empate a través de un error, se nos complicó un poco con el balón, pero creo que los que entraron desde el banquillo reactivaron al equipo y terminaron jugando los últimos 15 minutos muy bien. Ese fue el mérito para conseguir el resultado. Celebración en el vestuario? Creo que la alegría en el vestuario es lógica cuando jugábamos un partido tan importante como el de hoy, que nos permite volver a recuperar el sexto puesto, acercarnos a la Real Sociedad… Quedan todavía nueve puntos por jugarse y no hay ningún logro conseguido, así que toda la euforia del vestuario, no digo porque lo vaya a decir yo, los jugadores lo sienten, ahora es hora de celebrar pero desde mañana están todos mentalizados para sumar puntos ante un rival difícil como el Eibar en su casa. Esperamos ver estos tres partidos los resultados y después haremos una evaluación de la temporada en relación a lo que se esperaba y lo que podamos conseguir”

“Una vittoria fondamentale contro un buon avversario? Il Granada è una squadra forte, tosta, con buoni giocatori e aveva appena battuto il Barcellona. Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile, ma ci abbiamo provato fin dall’inizio. Penso che abbiamo giocato un ottimo primo tempo, abbiamo meritato il vantaggio e abbiamo avuto alcune altre occasioni per prolungarlo. E un secondo tempo in cui purtroppo hanno ottenuto il pareggio per un errore, è stato un po’ difficile per noi con la palla, ma penso che quelli che sono entrati dalla panchina hanno riattivato la squadra e hanno finito per giocare molto bene gli ultimi 15 minuti. Questo era il merito per ottenere il risultato. Festa nello spogliatoio? Penso che la gioia nello spogliatoio sia logica quando stavamo giocando una partita importante come quella di oggi, che ci permette di riconquistare il sesto posto, di avvicinarci alla Real Sociedad… Ci sono ancora nove punti da giocare e non abbiamo ottenuto nulla, quindi tutta l’euforia nello spogliatoio, non lo dico perché lo dico io, i giocatori lo sentono, ora è il momento di festeggiare ma da domani sono tutti concentrati a raccogliere punti contro un avversario difficile come l’Eibar in casa. Non vediamo l’ora di vedere i risultati in queste tre partite e poi valuteremo la stagione in termini di ciò che era previsto e ciò che possiamo raggiungere”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: