Hellas Verona, presidente Setti indagato per autoriciclaggio

Il presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Bologna con l’accusa di appropriazione indebita e autoriciclaggio. Nei confronti del numero uno scaligero sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza un ammontare di 6.5 milioni di euro. Secondo quanto sostenuto da chi indaga – riferisce l’ANSA – tale cifra sarebbe stata sottratta in maniera illecita dalle casse del club e impiegata indebitamente per ristrutturare un’altra società in modo tale da impedirne il fallimento. Nella medesima inchiesta è stata altresì accertata un’operazione di “maquillage contabile” con cui lo stesso Setti avrebbe tentato di nascondere l’origine delle somme di cui si sarebbe appropriato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: