Sassuolo-Juventus | Pirlo: “Siamo ancora vivi, lotteremo fino alla fine”

Sassuolo-Juventus | Pirlo: “Siamo ancora vivi, lotteremo fino alla fine”. Lo ha dichiarato l’allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ai microfoni di DAZN dopo la vittoria esterna per 3-1 al Mapei Stadium contro il Sassuolo, ottava forza della Serie A 2020-2021. Ecco di seguito le parole dello stesso Pirlo riprese da TMW:

“Non era facile riprendersi dopo la sconfitta col Milan, il Sassuolo non è un avversario semplice. Siamo stati bravi a ripartire velocemente sfruttando gli spazi che ci hanno concesso. Buffon, Ronaldo e Dybala decisivi? I campioni nel calcio sono quelli che fanno la differenza, ne abbiamo tanti e stasera hanno dato la loro impronta ma tutta la squadra mi è piaciuta. Siamo ancora vivi, ci sono due partite e lotteremo fino alla fine. Kulusevski e Chiesa non invertiti? Bisognava fare una partita di ripartenze, andando dritto per dritto e lo abbiamo fatto con Kulusevski e Chiesa. Dovevamo attaccare con due esterni pronti a ripartire e li abbiamo messi in difficoltà. Quanto pesa la maglia della Juve? Ci siamo messi in difficoltà tante volte da soli e questa è la cosa che più mi fa innervosire perché alla Juventus non ti puoi permettere di essere deconcentrato. La palla qui pesa di più e tante volte non siamo stati bravi in questo. Quando sbagli così è giusto pagare. Quanto è mancato Dybala? Dybala è mancato tanto, quest’anno lo abbiamo avuto a singhiozzo. Ritrovare la condizione dopo mesi fuori non è facile. Deve continuare a giocare per ritrovare la forma. Segnale forte da parte dei leader? La testa viene sempre prima di tutto nel calcio come nella vita. Stasera abbiamo avuto un atteggiamento positivo da Buffon a Ronaldo e tutti ne hanno giovato. Adesso dobbiamo pensare a recuperare energie fisiche e mentali per la prossima gara. Rimpianti a questo punto della stagione? Ci sono stati tanti momenti in cui abbiamo abbassato la guardia pensando che basti indossare la maglia della Juve per vincere le partite, nel calcio moderno non è così. Per vincere le partite serve disciplina e coesione, poi viene tutto il resto”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: