Inter, Lukaku: “Dopo aver battuto l’Atalanta capii che avremmo vinto lo Scudetto”

Inter, Lukaku: “Dopo aver battuto l’Atalanta capii che avremmo vinto lo Scudetto”. Sono alcune delle parole del centravanti dell’Inter, Romelu Lukaku, nell’intervista doppia col compagno di reparto Lautaro Martinez ai microfoni di DAZN. Ecco di seguito le parole dello stesso Lukaku riprese da TMW:

“Io sono già concentrato su un altro obiettivo. Conte? A livello umano anche lui è cresciuto. La partita della svolta? La partita dove abbiamo iniziato il percorso verso lo scudetto è stata quella contro il Sassuolo. Lì abbiamo cambiato il modo di giocare e cominciato ad essere più compatti. Giocavano Lauti e Alexis, io ero in panchina, ma ho capito subito che la squadra era davvero unita. Il momento in cui ho capito che potevamo vincere il titolo? Dopo aver battuto la Juventus dovevamo ancora giocare contro Milan, Atalanta e Lazio. Rispetto alla scorsa stagione abbiamo vinto molti più scontri diretti: abbiamo dimostrato di essere più forti. Dopo aver battuto l’Atalanta mi sono detto che era fatta, che c’eravamo per lo Scudetto. Come ho vissuto il derby? Prima della partita ci siamo allenati a livello altissimo, ho detto a Lautaro che non avremmo mai potuto perdere quella partita. L’esultanza? In settimana avevo parlato col mister, ci avevo scherzato su. Rapporto con Lautaro? Quando ci siamo visti per la prima volta c’era anche suo padre. Gli ho detto che nel giro di due anni io e suo figlio avremmo vinto qualcosa insieme. Noi lavoriamo per la squadra. Se mi rendo conto che lui è più caldo, mi metto da parte e lo cerco sempre. Quanto è importante Barella? È la voce della squadra. Ogni squadra ha bisogno di giocatori pronti ad andare in guerra e noi di giocatori così ne abbiamo tanti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: