Inchiesta “Operazioni Sospette”, Allegri ribatte: “Sono del tutto estraneo a questa vicenda”

Massimiliano Allegri, tornato da pochi giorni alla guida della Juventus, ha ribattuto con forza alla notizia apparsa stamani sul quotidiano ‘La Verità’ diretto da Maurizio Belpietro in merito ad un suo presunto coinvolgimento su un’inchiesta coordinata dagli ufficiali antiriciclaggio della Banca D’Italia. Ecco di seguito le parole dello stesso Allegri e il contenuto dell’articolo del giornale ‘La Verità’ (ripresi da Sos Fanta):

LA RISPOSTA DI ALLEGRI:

“Con riferimento alle notizie pubblicate sul mio conto in data odierna, mi dichiaro con assoluta fermezza del tutto estraneo a qualsiasi attività illecita o irregolare e, tanto meno, a qualsiasi operazione violativa della normativa sull’antiriciclaggio”.

L’ARTICOLO DEL QUOTIDIANO LA VERITÀ

“Gli uffici antiriciclaggio della Banca d’Italia puntano i loro fari su Massimiliano Allegri. L’istituto ha ricevuto diverse segnalazioni di operazioni sospette riguardanti il tecnico della Juventus e legate al mondo del gioco d’azzardo e delle scommesse. Gli accertamenti in corso riguardano in particolare alcuni versamenti effettuati sul conto corrente di Allegri da parte di una società maltese sotto inchiesta per truffa aggravata, evasione e rapporti con la ‘ndrangheta. Si tratta in tutto di sette bonifici, ricevuti dall’allenatore tra il 2018 e il 2021, per un totale di 161.000 euro. A questi vanno aggiunti altrettanti versamenti, per un totale di ulteriori 168.000 euro, provenienti da una società slovena che gestisce hotel e casinò, e 140.000 euro riconducibili invece a una banca privata di Monte Carlo. Al momento si parla solamente di segnalazioni e gli stessi documenti dell’antiriciclaggio, visionati da La Verità, sottolineano come gli accrediti potrebbero semplicemente derivare da vincite legali, anche se la reiterazione di importi simili tra loro fa sempre suonare alcuni campanelli d’allarme. Un’ulteriore segnalazione giunta a Palazzo Koch riguarda infine la carta di credito di Allegri, che tra il 2018 e il 2019 ha speso quasi 500.000 euro presso esercenti appartenenti alla categoria del gioco d’azzardo (in particolare il casinò di Monte Carlo e il casinò Perla di Nova Gorica)”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: