Cagliari, Tramoni: “È stato un anno complicato. Futuro? Vedremo”

L’attaccante del Cagliari, Matteo Tramoni, ha parlato ai microfoni di corsematin.com per analizzare la sua prima stagione italiana e quella della sua squadra. Ecco di seguito le parole del numero 17 rossoblu:

“È stato un anno complicato. Prima di tutto, a livello collettivo, perché la squadra era in una situazione difficile fino alla fine. Siamo riusciti a rimanere in Serie A solo alla penultima giornata. Anche individualmente non è stato facile. Ho avuto un po’ di tempo per giocare all’inizio della stagione, quando sono stato in grado di fare alcune presenze da titolare in campionato. Sono stato anche titolare in Coppa Italia. Ma poi mi sono infortunato. Poi l’allenatore è cambiato. Era molto più complicato. Il cambio di allenatore è arrivato contemporaneamente al mio infortunio. Una pubalgia mi ha tenuto lontano dal campo per diverse settimane. Ma è stata comunque una stagione in cui ho imparato molto. È vero che quando sei in panchina e non entri, ti fa arrabbiare un po’, ma è così. L’allenatore pensava che non fossi ancora pronto per entrare in campo. Mi sono rifugiato nell’allenamento e questo mi ha permesso di crescere e imparare. È certo che mi aspettavo di meglio, c’è un po’ di delusione. Tuttavia, sono ancora molto contento della stagione che ho avuto. Futuro? Vedremo. Ricomincerò con il club e vedrò se lo staff tecnico conta su di me per la prossima stagione. È certo che voglio ottenere più tempo di gioco perché un anno senza giocare è tanto tempo. Se è quello che vuole il club e mi permette di giocare, sarò d’accordo. Ritorno all’Ajaccio? Onestamente non lo so. Si vedrà…”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: