Genoa, Ballardini: “Abbiamo ottenuto la salvezza con tanto lavoro, serietà e coesione”

L’allenatore del Genoa, Davide Ballardini, ha parlato stamani dalle colonne del quotidiano Tuttosport per analizzare la stagione del Grifone e anche per illustrare le basi per il futuro del club rossoblu. Ecco di seguito le parole di Ballardini riprese da Fantacalcio.it:

“Mi sto ricaricando ma non sto mai fermo: sotto l’ombrellone non riesco proprio a stare. Come definirei la salvezza conquistata dal Genoa? Le difficoltà erano oltremisura, quando siamo subentrati, perché ci trovavamo a lottare con almeno tre squadre (Torino, Cagliari e Fiorentina) che non avevano nulla a che vedere con la salvezza. Con tanto lavoro, serietà e coesione abbiamo raggiunto l’obiettivo in anticipo. Cosa mi ha impressionato dell’Italia di Mancini? La qualità e la coesione: si vede che i giocatori si vogliono bene. Tutti questi aspetti, abbinati a un’attenzione e una serietà difensiva – in certi momenti delle partite – maggiore rispetto a molte Nazionali, portano ai risultati. Di giocatori bravi ne abbiamo tanti. Se devo fare un nome, dico Locatelli. Tre anni fa lo avrei voluto al Genoa, ma adesso è facile dirlo…Quale giocatore non famoso che mi ha colpito a Euro 2020? C’è un ragazzo della Macedonia che già seguivo e che in queste partite si è confermato a un livello superiore. Ovviamente il nome non posso farlo… (risata). Se convincerò Pandev a non ritirarsi dal calcio professionistico e a rimanere al Genoa dopo l’addio alla Macedonia? Goran deve continuare. Ma la scelta è sua. Se Preziosi mi dicesse “Ballardini, voglio fare una pazzia, mi dica il campione che vuole e io glielo compro”, su chi punterei? Baratterei l’investimento su un calciatore straordinario chiedendo al presidente di acquistarmi 4-6 giocatori funzionali alla nostra idea di calcio. Ma sono convinto che tra quei rinforzi verrebbe fuori anche uno dei più forti del mondo. Buksa? Buksa è un ragazzo interessante, con qualità nobili: però è del 2003. Non mettiamogli troppa pressione. Piatek arrivò da noi con qualche anno in più e fece benissimo. E mi hanno raccontato che pure Lewandowski in passato sfiorò il Genoa. Se spero di avere Rovella anche nella prossima stagione? Il futuro di Nicolò lo deciderà la Juve. Ovvio, dovesse rimanere sarei molto contento”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: