Cagliari, senti Abram: “Lascio il Velez dopo 3 anni e mezzo. Sarò legato per sempre a questo club”

Il difensore peruviano Luis Abram, dopo 3 anni e mezzo, lascia il Velez Sarsfield a parametro zero (il suo contratto scade proprio oggi n.d.r.) e lo fa con un lungo e toccante status sul suo profilo ufficiale Instagram in cui ripercorre le tappe della sua esperienza con El Fortín. Ora il suo destino – come vi abbiamo raccontato – potrebbe essere al Cagliari via Inter. Ecco di seguito il congedo di Abram dal Velez:

“Oggi è la fine di una tappa molto importante della mia vita professionale con un grande club, il Velez Sarsfield; mentre scrivo, ricordo ciò che ho vissuto e provo nostalgia. Il mio contratto termina oggi, 30 giugno, ma manterrò il mio legame affettivo per sempre. Quasi 3 anni e mezzo fa, mi sono innamorato del Velez, che mi ha aperto le sue porte e dal primo momento, i lavoratori, lo staff medico, lo staff tecnico, i compagni di squadra e i tifosi mi hanno fatto sentire a casa, sempre a casa. Essendo fedele a questo amore e rispetto che stava crescendo giorno dopo giorno, ogni volta che ho difeso questa maglia, ho sempre dato il meglio di me e lasciato la mia pelle sul campo. La mia totale ed eterna gratitudine a tutti e, in particolare, a Gabriel Heinze e Mauricio Pellegrino e ai loro rispettivi staff di allenatori, per la fiducia riposta in me; mi hanno aiutato a crescere professionalmente e anche personalmente. Mi sento molto orgoglioso di aver fatto parte del gruppo che ha saputo portare avanti una squadra che era tra le ultime della classifica e che oggi di nuovo compete per i primi posti nel torneo locale e con presenza nei tornei internazionali, oggi, negli ottavi di finale della Libertadores. Verso un prossimo futuro, sono sicuro che le coppe arriveranno; seguirò sempre questa maglia che ho dovuto difendere e ne celebrerò ogni trionfo! Infine, non posso essere indifferente ai tifosi sulla mia situazione contrattuale e sento che meritano una spiegazione da parte mia. Ci sono stati molti mesi di commenti e speculazioni, ma la verità è che ci sono state offerte che avrebbero lasciato al club un ritorno economico importante; purtroppo non si sono materializzate a causa di decisioni al di fuori del mio controllo. Ho rispettato e rispettato la decisione del club, ho continuato a lavorare come ho fatto dal mio arrivo e ho dato tutto per questa istituzione, per questo posso dire che me ne vado a testa alta e con la coscienza pulita, anche se non sempre le cose vanno come vuoi tu. Porto con me i migliori ricordi del Club e sono sicuro che il tempo ci riunirà di nuovo. Un abbraccio a tutti i fortineros, vi porterò sempre nel mio cuore!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: