Juan Jesus: “Dispiaciuto per il mio addio alla Roma. Fonseca? Non so perché non mi abbia mai considerato”

Il difensore brasiliano Juan Jesus, attualmente svincolato dopo l’addio alla Roma, ha parlato ai microfoni di ReteSport per raccontare la sua esperienza in giallorosso ma anche il difficile rapporto con l’ex tecnico Paulo Fonseca. Ecco di seguito le sue parole riprese da TMW:

“Ho sempre dimostrato quello che mi veniva dal cuore, chi mi conosce sa che sono un ragazzo serio, sincero e cerco sempre di trasmetterlo. Ho trascorso 5 anni bellissimi a Roma, mio figlio è nato a Roma, il mio legame con la città va oltre la squadra. Mi dispiace tanto andare via da Roma, ma il calcio è così, sarò sempre un tifoso della Roma. Se c’è una persona che mi porto nel cuore dopo l’esperienza in giallorosso? Tutti quanti, tutti quelli che ho incontrato in questi 5 anni, perché tutti hanno fatto parte della mia vita, tanti mi hanno aiutato nei momenti belli e in quelli brutti. Certamente sento tanti ragazzi, Totti, De Rossi, Daniele per me è come un fratello, ci siamo legati tanto e mi hanno permesso di crescere. Cosa non ha funzionato con Fonseca? Se andiamo a vedere le partite che ho giocato ho sempre fatto il mio, sono sempre stato professionale. Sinceramente non so perché lui non mi abbia mai considerato, ero sempre disponibile, mi sono sempre allenato, anche quando ho giocato 5 minuti, ho sempre dato il massimo. Se non ho giocato di più, non è dipeso dalle mie condizioni, sono sempre stato a disposizione, tranne quei 20 giorni a marzo che ho avuto il Covid”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: