Inter, Marotta: “Vogliamo restare competitivi. Inzaghi? Tecnico giovane e vincente”

L’amministratore delegato dell’Inter, Beppe Marotta, ha parlato oggi in conferenza stampa per presentare il nuovo allenatore nerazzurro, Simone Inzaghi. Ecco le sue parole riprese da TMW:

“Inizia una stagione come sempre difficile, presentiamo il nostro nuovo tecnico con grande orgoglio perché il progetto dell’Inter continua, con un nuovo tecnico, giovane e vincente, sappiamo che è il profilo più adatto che impersonifica i valori di questo club: entusiasmo, lavoro e votato ai successi. Attraversiamo un momento difficile e per certi versi inquietante, post-pandemia, e anche per effetto dell’economia mondiale, di riflesso il calcio oggi è alla ricerca di un modello sostenibile. Di sicuro l’Inter vuole continuare per volere della proprietà sulla falsariga della passata stagione, guardando agli aspetti economici e finanziari. La dirigenza intende comunque allestire la squadra più competitiva possibile. La proprietà ha profuso circa 700 milioni di euro in questa società, oggi il calcio paga le conseguenze di quanto appena accaduto, impensabile chiedere ancora certi sforzi. Sono state fatte scelte dolorose, come la cessione di Hakimi, ma tutto è sempre svolto sotto l’aspetto della continuità. Aspettiamo il ritorno dei nostri tifosi allo stadio che per noi sono fondamentali, l’auspicio è che il governo riapra presto gli stadi ai fans che rappresentano il patrimonio di ogni società. Se c’è un dialogo aperto per il ritorno dei tifosi allo stadio? Il dialogo è sempre la via migliore. La Lega si sta adoperando per riaprire gli stadi, abbiamo già milioni di vaccinati, sapete che ricominciare a giocare senza il pubblico è desolante, ma come Inter in più abbiamo visto una detrazione di 100 milioni di euro di mancato incasso nella stagione appena conclusa”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: