Torino, Izzo: “Voglio fare una grande stagione e riprendermi la Nazionale”

Il difensore centrale del Torino, Armando Izzo, ha parlato ai microfoni di Torino Channel per fare il punto sulla preparazione della sua squadra nel ritiro in Val Gardena agli ordini di Ivan Juric. Ecco le sue dichiarazioni:

“Come stiamo passando questi primi giorni di ritiro? Molto bene, faticosi, corriamo tantissimo e tutto bene. Se questo è il tipo di preparazione che vuole Juric? Sì, lui lavora molto sull’intensità, sulla forza, corriamo tantissimo, sì lui lavora in questo modo qui. Che mister è Juric visto che lo conosco e se è di poche parole e agisce? Sì, è uno molto silenzioso, carismatico, quindi lui lavora molto sull’intensità, è uno molto aggressivo, quindi trasmette questo, sono molto contento di averlo ritrovato. Se faceva così già al Genoa? Sì, uguale, non è cambiato. Lui, come ho detto prima, è uno silenzioso, che lavora tantissimo, bisogna stare zitti e pedalare. Se in ritiro si sta formando un bel gruppo? Sì, quest’anno c’è molta empatia tra di noi, si è creato veramente un grande gruppo, quindi siamo tutti bravi ragazzi, anche quando corriamo, corriamo a gruppi, quindi siamo molto uniti, quando finiscono gli allenamenti, restiamo più tempo a tavola, magari dopo cena giochiamo alla Play, ci stiamo divertendo e correndo tantissimo. Come si rapporta Juric con noi per quanto riguarda il tempo libero? Lui è uno che dà tutto in campo, poi finisce lì e dopo puoi fare quello che vuoi, lui vuole che si crei un grande gruppo, si rida, si scherza, è il primo su questo. I miei obiettivi personali per questa stagione? Fare una grande stagione di squadra e personale e dare una soddisfazione ai nostri tifosi e poi riprendermi la Nazionale. Quanta è la mia voglia di tornare in Nazionale? Tantissima, mi ha fatto male non esserci agli Europei ma lavoro ancora di più per andare ai Mondiali. Gli obiettivi della squadra per questa stagione? Gli obiettivi per la squadra ci miglioriamo ogni giorno, non so dare un obiettivo, sicuramente vogliamo fare una grande stagione. Sappiamo tutti che noi del Torino non dobbiamo avere paura di nessuno, ogni partita va affrontata a viso aperto e con la cattiveria giusta possiamo toglierci tante soddisfazioni. La prima amichevole domani occasione per misurarci e se serve anche al mister?  Sì, siamo solo al quarto giorno di ritiro, quindi mettiamo minuti nelle gambe, continuiamo la preparazione e quindi bisogna fare bene da domani con la testa e fisicamente. Come ho sfruttato le vacanze? Niente, con la famiglia, con le bambine, mi sono allenato tantissimo perché lo conoscevo (Juric n.d.r.), so cosa voleva, quindi mi sono fatto trovare pronto, mi ha fatto i complimenti su questo perché dice “ti ho visto bene, ti sei fatto trovare pronto” e conoscendolo so cosa voleva”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: