Gasperini: “Da lunedì inizia la nostra vera preparazione. Ilicic? Rispetto la sua richiesta di andare via”

L’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato in conferenza stampa a margine dell’amichevole interna contro il Pordenone. Ecco le sue dichiarazioni riportate da Tuttomercatoweb.com:

“Bilancio di queste prime 3 settimane? La preparazione inizia lunedì. Eravamo in pochi, ma ho avuto di vedere molti ragazzi. I giovani ci hanno aiutato negli allenamenti. Abbiamo lavorato comunque bene, ma è chiaro che il numero è cominciato a crescere con l’arrivo di tutti. Da lunedì siamo un po’ tutti. Ripartiamo tutti quanti insieme, poi nel giro di 2-3 settimane cercheremo di pareggiare i conti visto che i carichi saranno diversi. Gli infortunati? Ci sono stati diversi infortuni, adesso c’è solo Malinovskyi che deve recuperare, ma è a buon punto, ha anticipato i tempi. Già questa settimana può iniziare a toccare il pallone. Non sarà pronto per la prossima amichevole. Hateboer è un punto interrogativo, ha fatto 5-6 partite dopo lo stop, ma ora è molto prudente. Dobbiamo anche capire quali sono le sue sensazioni. Le voci su Romero? Non ho ancora visto Romero, lo vedrò lunedì. Vedremo quale sarà la sua posizione, poi è una trattativa tra le due società. Intanto è ancora qua, poi vedremo quali saranno le valutazioni se partirà. Pezzella e Lovato sono due profili italiani che vanno a completare la nostra rosa, l’Atalanta ha bisogno di rimpolpare la parte italiana della squadra. La mia intenzione è inserire Scalvini, Delprato, Da Riva, Piccoli sicuramente. Per me è un giocatore che può rimanere. L’Atalanta ha un ottimo settore giovanile, può contare sui suoi ragazzi. Non avete ancora nominato Musso, è un portiere che ha fatto molto bene: potrà darci un valore aggiunto. Com’è stato rivedere il pubblico? È stata una grande emozione, speriamo di riuscire ad aprire gli stadi, è tutto quello che ci auguriamo. Ma non dipende da noi e dalla società, riguarderà tutto il calcio italiano. Col pubblico è un altro spettacolo. Ilicic? Kovalenko è guarito, vedremo. Sutalo avrà bisogno di giocare, Ilicic vediamo. A fine stagione ha manifestato la voglia di fare nuove esperienze. Ma ha fatto bene la preparazione, è la prima volta che lo vedo con qualche chilo in più. È indice di ottima salute, non ha saltato un minuto di allenamento e non ha mai imprecato su niente, non è mai successo. Si sta preparando per trovare una squadra che possa farlo giocare. Se ho chiesto qualcosa alla società? Sul numero siamo messi bene, anche perché una buona entrata presuppone una buona uscita. In questo momento non vedo profili proposti di livello superiore ai giocatori che già abbiamo. Centrocampo? Abbiamo Pasalic, Pessina, Kovalenko, Delprato, Da Riva. Abbiamo Malinovskyi e Miranchuk. Se questo è un messaggio d’addio per Ilicic? Rispetto la sua richiesta di fine stagione, c’è ancora un mese di mercato. L’intenzione è quella, ma non ci sono particolari movimenti. Lui si sta preparando bene per poter stare bene. Lovato? Ha già giocato tre amichevoli. Se andrà lui a sostituire Romero siamo a posto. Se oggi mi dicessero che Romero va via? L’ho detto, siamo a posto perché adesso valuteremo Lovato. Ma l’investimento di quel genere è importante. Se va via Romero? Abbiamo perso Romero. Come valuto i giocatori impegnati con le nazionali? È stata una soddisfazione per tutti quanti, poi Pessina e Toloi hanno anche vinto. Ci vedremo lunedì, il campionato quest’anno sarà molto duro ed equilibrato. La Roma ha preso Mourinho, Sarri alla Lazio, Spalletti al Napoli, Inzaghi all’Inter. Ci sono tutte società importanti che vogliono fare bene, hanno garanzie per poter migliorare le proprie squadre. Il campionato sarà difficile, la prima partita sarà con Juric. Adesso siamo belli tranquilli, ma dalla prossima settimana inizieremo al meglio. L’esperienza in Inghilterra sarà importante, poi ci potrebbe essere una partita il 14 agosto, ma ancora non è confermata”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: