Nantes-Metz | Kombouaré: “Sono molto soddisfatto. Abbiamo giocato una grande partita”

L’allenatore del Nantes, Antoine Kombouaré, ha parlato ai canali ufficiali del club dopo la vittoria interna per 2-0 contro il Metz nella 2^ giornata della Ligue 1 2021-2022. Ecco le sue parole:

“Plus que satisfait, même fier ! C’est une grosse performance collective. tout le monde a bien oeuvré pour bien défendre et apporter le danger en face. Je l’ai rêvé, ils l’ont fait. Ce sont trois bons points. On a été tellement moyens dans notre jeu offensif à Monaco… les joueurs avaient une revanche à prendre. On a réussi à se procurer pas mal de situations. Il y a les trois points et la manière. Une entame solide et ce but qui récompense cette pression d’entrée. On a travaillé. On n’était pas content de ce qu’on a montré offensivement à Monaco. On a monté le bloc plus haut et récupéré le ballon plus haut. Le 4-4-2 nous donne plus de possibilité, à condition que les 4 devant récupèrent bien le ballon. Parfois, on n’est pas efficace, mais ce n’est pas grave. Les intentions sont là. Aujourd’hui, on avait un côté gauche plus fort dans la récupération et la projection. Le duo Simon – Fabio s’est bien trouvé et a été dangereux. Mais c’est la performance collective qu’il faut souligner. Le public ? C’est énorme ! Les joueurs sont transcendés. Quand on est joueur, ce sont ces ambiances qu’on recherche. L’idée est de crée un communion avec le public. Les joueurs ont fait ce qu’il fallait. Alban fait deux arrêts déterminants. C’est un match solide. Mais ce qu’on doit mettre en avant, c’est le travail collectif. J’ai rêvé de démarrer notre premier match à domicile. Ce ne sont que trois points, mais ça lance bien la saison. Voir les gens heureux aussi… C’est aussi un objectif de confiance avec une victoire face à une belle équipe de Metz, en atteste son match face au champion la semaine dernière. Je n’oublie pas qu’on perd Randal. J’espère que ce n’est pas grave. Mon regret est de ne pas l’avoir sorti avant. On verra après les matches face à Lyon, Rennes et Nice. Mais c’est mieux d’avoir quatre points aujourd’hui. Parfois, on sort les meilleurs matches sont pression. On est contents de notre entame de saison, mais il faut rester humble et continuer à travailler. C’est à l’image de notre fin de saison. On finit en boulet de canon malgré la défaite face à Montpellier où on méritait mieux. On espérait rester sur ce qu’on faisait. “

“Più che soddisfatto, persino orgoglioso! È una grande prestazione collettiva, tutti hanno lavorato duro per difendere bene e portare pericoli davanti. L’ho sognato, l’hanno fatto. Questi sono tre ottimi punti. Siamo stati così mediocri nel nostro gioco d’attacco a Monaco… i giocatori si sono presi la rivincita. Siamo riusciti ad avere molte occasioni. Ci sono i tre punti e il modo. Un inizio solido e questo gol che premia questa pressione dall’inizio. Abbiamo lavorato duramente. Non eravamo contenti di quello che abbiamo mostrato offensivamente a Monaco. Abbiamo messo il blocco più in alto e abbiamo recuperato la palla più in alto. Il 4-4-2 ci dà più possibilità, a patto che i quattro davanti recuperino la palla. A volte non siamo efficaci, ma non è grave. Le intenzioni ci sono. Oggi, abbiamo avuto un lato sinistro più forte in termini di recupero e proiezione. Il duo di Simon e Fabio si è trovato bene ed è stato pericoloso. Ma è la performance collettiva che dovrebbe essere evidenziata. La folla? È enorme! I giocatori sono trascesi. Quando sei un giocatore, è questo tipo di atmosfera che vuoi. L’idea è quella di creare una comunione con il pubblico. I giocatori hanno fatto quello che dovevano fare. Alban ha fatto due salvataggi decisivi. È una partita solida. Ma quello che dobbiamo sottolineare è il lavoro collettivo. Ho sognato di iniziare la nostra prima partita in casa. Sono solo tre punti, ma è un buon inizio di stagione. Vedere anche la gente felice… È anche un obiettivo che aumenta la fiducia con una vittoria contro una buona squadra come il Metz, come evidenziato dalla loro partita contro i campioni della scorsa settimana. Non dimentico che stiamo perdendo Randal. Spero che non sia grave. Il mio rimpianto è di non averlo portato fuori prima. Vedremo dopo le partite contro Lione, Rennes e Nizza. Ma è meglio avere quattro punti oggi. A volte, le migliori partite arrivano sotto pressione. Siamo felici del nostro inizio di stagione, ma dobbiamo rimanere umili e continuare a lavorare. È proprio come la fine della stagione. Abbiamo finito con un botto nonostante la sconfitta contro il Montpellier dove avremmo meritato di più. Speravamo di rimanere su quello che stavamo facendo. “

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: