OM-Bordeaux | Sampaoli: “Abbiamo pagato a caro prezzo i primi 20 minuti del secondo tempo”

L’allenatore dell’Olympique Marsiglia, Jorge Sampaoli, ha parlato in conferenza stampa dopo il pareggio interno per 2-2 contro il Bordeaux nella 2^ giornata della Ligue 1 2021-2022. Ecco le sue parole riprese da L’Equipe:

 “Pourquoi votre équipe est-elle sortie du match en début de seconde période après avoir plutôt maîtrisé la première ? On pensait avoir le contrôle, mais Bordeaux a eu cette occasion un peu chanceuse (de Timothée Pembélé) pour revenir. Il y a eu un peu de confusion, ils ont égalisé. On a tenté de gagner ensuite, sans y parvenir. On doit apprendre de tout ça. Quand on perd le contrôle, il se passe ce genre de choses. Comment expliquez-vous la fatigue constatée en fin de match et la fébrilité de votre défense ? Il y a des épisodes dans le match qui font qu’on peut trouver des responsabilités mais il faut surtout retenir que quand on a le contrôle, il y a moins de fatigue. On n’a pas réussi totalement à percer leur bloc en première mi-temps. Quand on joue dans le camp adverse aussi, il y a logiquement plus de fatigue. On reverra ce type de situation cette saison. Êtes-vous d’autant plus frustré de ne pas avoir gagné pour fêter le retour de vos supporters ? On aurait aimé leur offrir une victoire, malheureusement on n’a pas pu. Il faut rappeler qu’on a un groupe jeune. Il n’est pas totalement fini. Il faudra du temps pour trouver nos marques. Ils ont beaucoup tenté, ils ont été courageux. Ils ont eu un manque de précision mais c’est le football. On a payé cash les vingt premières minutes de la seconde période. Cette configuration face à un adversaire qui joue avec un bloc bas peut-elle servir de base pour faire comprendre les difficultés que vos joueurs vont encore rencontrer cette saison ? Sûrement. On doit apprendre aussi de l’idée de jeu des autres équipes. On n’a pas su profiter de notre avantage au score. Le 2-0 n’était peut-être pas aussi mérité en première période. Il y a eu beaucoup de qualité individuelle mais on a manqué de jeu collectif.”

“Perché la sua squadra è uscita dalla partita all’inizio del secondo tempo dopo aver controllato piuttosto bene il primo? Pensavamo di essere in controllo, ma il Bordeaux ha avuto questa occasione un po’ fortunata (da Timothée Pembélé) per tornare. C’è stata un po’ di confusione e hanno pareggiato. Abbiamo provato a vincere dopo, ma non ci siamo riusciti. Dobbiamo imparare da questo. Dobbiamo imparare da questo. Quando si perde il controllo, succedono cose del genere. Come spiega la stanchezza alla fine della partita e la debolezza della sua difesa? Ci sono episodi nella partita che ci fanno trovare responsabilità, ma la cosa principale da ricordare è che quando abbiamo il controllo, c’è meno fatica. Non siamo riusciti a sfondare completamente il loro blocco difensivo nel primo tempo. Quando giochiamo nella metà campo avversaria, c’è logicamente più fatica. Vedremo questo tipo di situazione anche in questa stagione. Sei ancora più frustrato di non aver vinto per festeggiare il ritorno dei tuoi sostenitori? Ci sarebbe piaciuto dare loro una vittoria, ma purtroppo non ci siamo riusciti. Bisogna ricordare che abbiamo una squadra giovane. Non è completamente finito. Ci vorrà del tempo per trovare i nostri piedi. Hanno provato molto, sono stati coraggiosi. Mancavano di precisione, ma questo è il calcio. Abbiamo pagato i primi venti minuti del secondo tempo. Questa configurazione contro un avversario che gioca con un blocco basso può servire come base per capire le difficoltà che i suoi giocatori dovranno affrontare anche in questa stagione? Sì, è possibile. Dobbiamo anche imparare dalle idee delle altre squadre su come giocare. Non abbiamo sfruttato il nostro vantaggio nel punteggio. Il punteggio di 2-0 non era forse così meritato nel primo tempo. C’era molta qualità individuale ma ci mancava il gioco collettivo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: