Liverpool-Burnley, Klopp: “Abbiamo vinto una partita molto combattuta”

Il manager del Liverpool, Jurgen Klopp, ha parlato ai microfoni di BT Sport dopo la vittoria interna per 2-0 ad Anfield contro il Burnley nella 2^ giornata della Premier League 2021-2022. Ecco le sue dichiarazioni:

“We always had to be ready for a proper fight and we were today. You saw these challenges with Barnes and Wood and Virgil and Joel. I’m not 100 per cent sure if [officials] are going in the right direction with these decisions. It’s like we’re going 10 to 15 years backwards. The rules are like they are, but you cannot defend these situations. That’s how it makes the game really tricky. I don’t think it’s right, but I cannot decide these things. I heard about leaving the game flow, but now we have these situations. The second goal from Brentford [against Arsenal on the opening day] must be a foul – you cannot clip the arm of the goalkeeper and say, ‘that’s football’. I think maybe we have to think about it a second or a third time. The message now is let the game flow, but nobody exactly knows what that means. I like decisions that favour the offensive team, that’s fine. But we have to stick to protecting the players. We cannot deny that. If you like that sort of thing, watch wrestling. In a lot of moments, we played a brilliant game without scoring. In all the other moments we had to fight incredibly hard. We won it and nobody got injured.”

“Dovevamo sempre essere pronti per una vera lotta e oggi lo siamo stati. Si sono visti questi duelli con Barnes e Wood e Virgil e Joel. Non sono sicuro al 100% se [gli arbitri] stanno andando nella giusta direzione con queste decisioni. È come se stessimo andando 10 o 15 anni indietro. Le regole ci sono eccome, ma non si possono difendere queste situazioni. Questo rende la partita davvero complicata. Non penso che sia giusto, ma non posso decidere queste cose. Ho sentito parlare di lasciare il flusso di gioco, ma ora abbiamo queste situazioni. Nel secondo gol del Brentford [contro l’Arsenal nel giorno di apertura] c’era fallo – non si può tagliare il braccio del portiere e dire, ‘questo è il calcio’. Penso che forse dobbiamo pensarci una seconda o una terza volta. Il messaggio ora è lasciare che il gioco scorra, ma nessuno sa esattamente cosa significa. Mi piacciono le decisioni che favoriscono la squadra in attacco, va bene. Ma dobbiamo continuare a proteggere i giocatori. Non possiamo negarlo. Se vi piace questo genere di cose, guardate il wrestling. In molti momenti abbiamo giocato una partita brillante senza segnare. In tutti gli altri momenti abbiamo dovuto lottare incredibilmente. Abbiamo vinto e nessuno si è fatto male”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: