Man City-Norwich, Guardiola: “Abbiamo giocato molto bene. Su Gabriel Jesus…”

Il manager del Manchester City, Pep Guardiola, ha parlato alla BBC dopo la vittoria interna per 5-0 contro il Norwich. Ecco le sue dichiarazioni:

“Gabriel Jesus? If one person deserves respect and prizes and everything, it is him, because he never complains. It is one of the reasons why when you wake up in the morning, you go to work, it is to see this type of player, this type of human being. His mom and dad have to be so proud to have a person like him. He can play as a striker, he can play left, he can play right – always what the team needs. He can play 10 minutes from the bench and he will play the best 10 minutes he can play. He is fantastic and all of us have to learn from him and I’m more than satisfied he was nominated man of the match. One week ago, we are not contenders to win the Premier League. Now we are scary! Listen, we are the same team except for Sergio (Aguero) who went to Barcelona, and Jack (Grealish) coming in. We are the same guys and the same team we were last season – and last season was exceptional. All we have to do is what we did today – everyone runs, they know the tough competition there is on the bench so everyone has to be ready. Today was a result the consequence of the performance and normally this happens. We played really good. I don’t like the players moving too much – I prefer the ball goes where the players are, this is the positional game and we insist every day on that. Everyone today, the full-backs, the central defenders, everyone was in his position.”

“Gabriel Jesus? Se una persona merita rispetto, premi e tutto, è lui, perché non si lamenta mai. È una delle ragioni per cui quando ti svegli la mattina, vai a lavorare, è per vedere questo tipo di giocatore, questo tipo di essere umano. Sua madre e suo padre devono essere molto orgogliosi di avere una persona come lui. Può giocare come attaccante, può giocare a sinistra, può giocare a destra – sempre quello che serve alla squadra. Può giocare 10 minuti dalla panchina e giocherà i migliori 10 minuti possibili. È fantastico e tutti noi dobbiamo imparare da lui e sono più che soddisfatto che sia stato nominato man of the match. Una settimana fa, non siamo contendenti per vincere la Premier League. Ora facciamo paura! Ascoltate, siamo la stessa squadra tranne Sergio (Aguero) che è andato al Barcellona, e Jack (Grealish) che è arrivato. Siamo gli stessi ragazzi e la stessa squadra che eravamo la scorsa stagione – e la scorsa stagione è stata eccezionale. Tutto quello che dobbiamo fare è quello che abbiamo fatto oggi – tutti corrono, sanno la dura concorrenza che c’è in panchina quindi tutti devono essere pronti. Oggi è stato un risultato la conseguenza della prestazione e normalmente questo accade. Abbiamo giocato molto bene. Non mi piace che i giocatori si muovano troppo – preferisco che la palla vada dove sono i giocatori, questo è il gioco posizionale e noi insistiamo ogni giorno su questo. Tutti oggi, i terzini, i difensori centrali, tutti erano nella loro posizione”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: