Empoli-Lazio, Sarri: “Qui ci sono ottimi presupposti. Poco sarrismo? È normale”

L’allenatore della Lazio, Maurizio Sarri, ha parlato a DAZN dopo la vittoria esterna per 3-1 contro l’Empoli. Ecco le sue parole riportate da TMW:

“È sempre emozionante venire qui ad Empoli, sono rimasto legatissimo a questo ambiente. Devo tantissimo a Carli, al presidente, gli devo la mia carriera. Sono persone che sanno fare calcio in maniera straordinaria, gli auguro un campionato di ottimo livello perché sono una buona squadra. Se in Italia siamo cresciuti? Al di là dell’Europeo, le nazionali non sono più un movimento. È difficile pensare che una nazionale rappresenti un intero movimento, abbiamo fatto un miracolo individualmente. È un paio d’anni poi che si gioca a pallone e mi spiace sia andato via De Zerbi. Se si vede ancora poco “sarrismo”? È normale, stasera c’è stato qualche accenno in cui siamo usciti qualche volta bene. Dobbiamo farlo più spesso, ma veniamo da un percorso diverso. È normale che la percentuale non sia così elevata. Quanto sono soddisfatto di Leiva? Quando giochi contro un 4-3-1-2 sono partite difficili per un vertice basso che ha sempre l’uomo addosso. Nella fase difensiva ha fatto un paio di errori all’inizio, uscendo sul vertice basso degli avversari e concedendo spazio a Bajrami. Poi ha fatto bene. Se i giocatori in partita si muovono ancora come voleva Inzaghi? In sede di allenamento cominciamo a fare le cose abbastanza bene, in base alle richieste. In partita a volte vengono fuori abitudini diverse ma è prevedibile, perché non abbiamo automatizzato certi movimenti. Questo è un percorso da fare, sono fiducioso perché ci stiamo applicando e mi danno gusto ad allenarli. Come posso avere il miglior Luis Alberto? Milinkovic è un ragazzo solare, è facile averci un buon feeling. Luis Alberto ha avuto una decina di giorni di acciacchi, è normale sia indietro. Appena siamo stati sopra 3-1 il primo pensiero è stato inserirlo, perché voglio giocare con il possesso palla e non con una fase difensiva più bassa. Pedro? Ha questa brillantezza e una grandissima tecnica, riesce a fare buone partite anche con pochi allenamenti. I presupposti sono ottimi”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: