Angers-Lille | Moulin: “Ringrazio la dirigenza per questa esperienza decennale”

Angers-Lille | Moulin: “Ringrazio la dirigenza per questa esperienza decennale”. Sono le parole dell’allenatore (uscente) dell’Angers, Stéphane Moulin, dopo la sconfitta interna per 2-1 allo Stade Raymond-Kopa contro il Lille, campione della Ligue 1 2020-2021. Ecco di seguito le parole dello stesso Moulin (fonte: L’Equipe):

“On a fait un bon match. Je suis content du visage qu’a montré l’équipe ce soir. L’adversaire a été extrêmement réaliste, ils ont mérité leur victoire. On ne la leur a pas offerte, ils sont allés chercher leur victoire. Sur l’ensemble de la saison, ils méritent. C’est un beau champion. On n’est pas champion par hasard ni champion au rabais quand on est devant le Paris Saint-Germain. Il y a de l’émotion après une page qui se tourne, elle ne peut être que positive. On aurait pu faire mieux, on aurait pu faire plus, tout est perfectible. L’équipe a avancé chaque saison, malgré la perte de nos meilleurs joueurs à la fin de chaque exercice. La vie est faite de cycles. Je remercie les dirigeants. Un bail de dix ans, c’est exceptionnel. Je remercie mon staff. Je voudrais dire aux supporters toute ma gratitude. Je pars avec ce morceau de vie en moi mais la dalle angevine est toujours là. (Dans le vestiaire avec les joueurs) Il y a eu beaucoup d’émotion, beaucoup de respect, chacun à sa manière. J’ai remercié et félicité ceux qui étaient là et je pense aussi à ceux qui étaient là avant, qui ont permis d’amener le club où il est. C’est un beau moment. Maintenant on va aller boire un coup ensemble (avec son staff), faire durer le plaisir d’être ensemble, et ensuite on va penser à autre chose. (Aspirez-vous à entraîner à nouveau ?) Oui, c’est ma volonté, notre volonté. Mais on n’est pas responsables de tout”.

“Abbiamo fatto una buona partita. Sono contento del volto che la squadra ha mostrato stasera. I nostri avversari sono stati estremamente concreti e hanno meritato la loro vittoria. Non l’abbiamo dato a loro, sono andati e hanno ottenuto la loro vittoria. Per tutta la stagione, se lo meritano. Sono una grande squadra. Non sei un campione per caso quando sei davanti al Paris Saint-Germain. C’è molta emozione dopo aver girato una pagina, e può essere solo positiva. Avremmo potuto fare meglio, avremmo potuto fare di più, tutto può essere migliorato. La squadra è progredita ogni stagione, nonostante la perdita dei nostri migliori giocatori alla fine di ogni stagione. La vita è fatta di cicli. Ringrazio la dirigenza. Un contratto di dieci anni è eccezionale. Ringrazio il mio staff. Vorrei manifestare ai tifosi tutta la mia gratitudine. Me ne vado con questo pezzo di vita dentro di me, ma la lastra di Anjou è ancora lì. (Nello spogliatoio con i giocatori) C’era molta emozione, molto rispetto, ognuno a modo suo. Ho ringraziato e mi sono congratulato con coloro che erano lì e penso anche a coloro che erano lì prima, che hanno contribuito a portare il club dove è. È un momento bellissimo. Ora andiamo a bere qualcosa insieme (con lo staff), facciamo durare il piacere di stare insieme, e poi penseremo ad altro. (Aspira di nuovo ad allenare?) Sì, è la mia volontà, la nostra volontà. Ma non siamo responsabili di tutto”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: