Athletic Bilbao-Alavés | Marcelino: “Prendo gli aspetti positivi del derby”

Athletic Bilbao-Alavés | Marcelino: “Prendo gli aspetti positivi del derby”. Sono le parole dell’allenatore dell’Athletic Bilbao, Marcelino García Toral, dopo il pareggio interno per 0-0 a San Mamés nel derby basco contro il nuovo Alavés di Javi Calleja. Il tecnico, nel post partita, ha sottolineato come gli aspetti positivi della gara (i primi 35 minuti e il finale coi cambi) possano essere utili in vista della finale di Copa del Rey contro il Barcellona. Ecco di seguito le parole dello stesso Marcelino (report completo su El Desmarque):

“Me ocupa competir, sé que vamos a competir bien, tenemos una experiencia muy reciente y sabemos el error que no debemos repetir, enfocaremos esa final con el ánimo de ganar. Necesitamos mucho acierto para ganarla, sabiendo que el Barça es el claro favorito, pero a un partido tenemos que poner todos nuestros medios para intentar ganar. Hoy no he pensado para nada en los cambios en esa Final. La alineación la hemos decidido porque hemos jugado con el mismo equipo dos días seguidos, no sé que pasará en algunas posiciones. En otras las tengo claras, porque todos entrenan fenomenal y así pienso salvo que vea algo que no me haya gustado. En algunas posiciones sí que habrá que darle una vuelta, ver el rival y lo que hemos hecho otras veces contra ellos u otros rivales de ese nivel. Hoy podemos quedarnos con lo bueno, 36 minutos muy buenos de ocasiones donde lo normal era ir por delante con más de un gol, y al no transformar pues todo se iguala. El rival coge moral y afortunadamente su gol fue anulado. Es verdad que con el hecho de cambiar tantos jugadores y ponerlos juntos es difícil hacer un partido redondo. Para mi la referencia son los primeros 35 minutos y la parte final con los cambios. Todo vemos que nos falta materializar las ocasiones y no tener un error en defensa que algunos han sido muy evitables, eso te lleva de empatar a ganar, la diferencia es muy poca. El acierto en las áreas es lo que nos condiciona muchísimo. Es lo que hay que afrontar y superar”

“Abbiamo un’esperienza molto recente e sappiamo l’errore che non dobbiamo ripetere, ci avvicineremo a questa finale con il desiderio di vincere. Abbiamo bisogno di un sacco di successo per vincere, sapendo che il Barça è il chiaro favorito, ma dobbiamo usare tutte le nostre risorse per cercare di vincere. Oggi non ho pensato affatto ai cambiamenti per la finale. Abbiamo deciso la formazione perché abbiamo giocato con la stessa squadra due giorni di fila, non so cosa succederà in alcune posizioni. In altre posizioni sono chiaro, perché tutti si allenano molto bene ed è così che penso, a meno che non veda qualcosa che non mi piace. In alcune posizioni dovremo fare una prova, vedere l’avversario e cosa abbiamo fatto in passato contro di loro o contro altri avversari dello stesso livello. Oggi possiamo mantenere le cose buone, 36 minuti molto buoni di occasioni dove era normale andare avanti con più di un gol, e quando non abbiamo segnato, tutto è rimasto uguale. Il rivale ha avuto morale e fortunatamente il loro gol è stato annullato. È vero che con il fatto di cambiare così tanti giocatori e metterli insieme è difficile avere una buona partita. Per me, il punto di riferimento sono i primi 35 minuti e la parte finale con i cambi. Possiamo vedere che abbiamo bisogno di creare occasioni e non fare errori in difesa, come alcuni di loro erano evitabili, che ti porta da un pareggio a una vittoria, la differenza è molto piccola. Il successo in area di rigore è quello che ci condiziona molto. Questo è ciò che dobbiamo affrontare e superare”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: