Benevento, Letizia: “Sono vicino al rientro. Sulla sfida col Parma…”

Benevento, Letizia: “Sono vicino al rientro. Sulla sfida col Parma…”. Sono alcune delle parole del terzino del Benevento, Gaetano Letizia, al portale Ottopagine.it. Il numero 3 della formazione allenata da Filippo Inzaghi ha parlato di diversi argomenti: dall’iniziativa benefica sua e del fratello Tony per i ragazzi di Scampia al momento suo (dopo l’infortunio) e del Benevento, alla Nazionale fino ad arrivare alla corsa salvezza. Ecco di seguito le sue dichiarazioni:

“Il mio gesto e di mio fratello Tony per i ragazzi di Scampia? Credo sia giusto che i bambini e i ragazzi di Scampia abbiano il diritto di sognare, come ho fatto io. Dodici anni fa ero lì, su quel campetto. Avevamo solo quello per trascorrere le giornate. Sono felice che abbiano un campo tutto per loro, in un contesto dove sono abbandonati a loro stessi dalle istituzioni. […] La mia condizione in vista della partita contro il Parma? Sto bene. Penso di rientrare a pieno ritmo con la squadra tra un paio di giorni. Questa volta ci andremo molto cauti. Mancano due mesi alla fine del campionato, quindi se malauguratamente dovessi infortunarmi sancirebbe la fine della mia stagione. È una cosa che non voglio. Desidero fornire il mio contributo per conquistare la salvezza che per me è la cosa più importante in assoluto. Se avevo qualche sentore in chiave Nazionale prima dell’infortunio? Onestamente non saprei. Purtroppo è andata così.  Penso solo ad allenarmi e a rientrare il prima possibile a pieno regime. Se arriverà una chiamata in futuro ne sarei felice, questo è indubbio. Adesso nella mia testa c’è solo il Benevento e la conquista della salvezza. La vittoria contro la Juventus allo Stadium? È stato bellissimo, anche perché non so quante matricole siano riuscite a fare una cosa del genere. Questa partita fa parte della storia. Già con un punto saremmo usciti dal campo con gioia, ma addirittura siamo riusciti a vincere. Era impensabile andare a Torino e conquistare l’intera posta in palio contro gente come Morata e Ronaldo. L’emozione è stata fortissima, anche perché di questa partita se ne parlerà negli anni. Come bisognerà affrontare il Parma? Dobbiamo stare solo tranquilli e giocare al massimo partita dopo partita. Non dobbiamo caricare troppo questo rush finale, ma il giusto. Affronteremo tutte allo stesso modo, cercando di conquistare sempre punti contro chiunque per avvicinarci al nostro scudetto. Se penso che il Parma è una delle delusioni del campionato? Sì, come Torino e Cagliari. Sono formazioni con calciatori forti che di certo non si aspettavano di fare un campionato del genere. Meno male che stia andando così, anche perché godiamo di un vantaggio di sette punti sulla zona retrocessione”.