Betis-Levante | Pellegrini: “Conquistata una vittoria molto importante”

Betis-Levante | Pellegrini: “Conquistata una vittoria molto importante”. Sono le parole dell’allenatore del Betis, Manuel Pellegrini, dopo la vittoria interna per 2-0 all’ Estadio Benito Villamarín contro il Levante, nona forza della Liga Santander 2020-2021. Il tecnico andaluso, in conferenza stampa, ha evidenziato l’importanza del risultato ottenuto contro un avversario difficile e ha elogiato la prestazione dei suoi in entrambe le fasi di gioco. Ecco di seguito le parole dello stesso Pellegrini (riproduzione: MARCA):

“Análisis del partido? Una victoria muy importante porque nos enfrentamos a un rival muy difícil, con jugadores muy creativos y a excepción de los primeros diez minutos, el resto del partido les supimos controlar muy bien marcando dos goles y teniendo dos o tres ocasiones claras. El partido me deja muy contento, también por el gol de Nabil porque lo necesitaba. El gol de Fekir? Fue un gol espectacular, tuvo la brillantez y la fuerza para encarar a tres o cuatro defensores, pasar con el balón al pie y definir muy bien. La defensa, que tan criticada fue en su momento, tenemos 10 porterías a cero. Me quedo con el trabajo colectivo tanto en ataque como en defensa. Hasta noviembre fuimos un equipo irregular, con caídas importantes, pero jugando bien, como ante el Madrid y el Atlético de Madrid. La irregularidad de un equipo cuando uno intenta inculcar una idea nueva. A partir de diciembre sí empezamos a sacar rendimiento, contento de tener un juego creativo que es lo que quiere el hincha del Betis, no buscar el 0-0 ante un equipo de mayor presupuesto o perder por la mínima. Ojalá ahora tengamos la capacidad de terminar los diez últimos partidos al mismo nivel. Nos quedamos todos muy dolidos con la derrota ante el Sevilla, aunque demostramos tener el mismo nivel. Nos costó levantarnos, igual que cuando pasó con el Barcelona o al ser eliminados en la Copa del Rey. Pero hay derrotas que te hacen darte cuenta que vas en el camino correcto”

“Analisi della partita? Una vittoria molto importante perché abbiamo affrontato un avversario molto difficile, con giocatori molto creativi e tranne i primi dieci minuti, il resto della partita siamo stati in grado di contenerli molto bene, segnando due gol e avendo due o tre chiare occasioni. Sono molto contento della partita, anche per il gol di Nabil perché ne aveva bisogno. Il gol di Fekir? È stato un gol spettacolare, ha avuto la brillantezza e la forza di affrontare tre o quattro difensori, passare con la palla ai piedi e segnare molto bene. La difesa, che è stata tanto criticata all’epoca, abbiamo 10 fogli puliti. Prendo il lavoro collettivo sia in attacco che in difesa. Fino a novembre eravamo una squadra incostante, con sconfitte importanti, ma giocando bene, come contro Real Madrid e Atlético Madrid. Questa è l’incostanza di una squadra quando si cerca di instillare una nuova idea. Da dicembre in poi abbiamo iniziato a ottenere risultati e siamo stati felici di avere un gioco creativo, che è quello che vogliono i tifosi del Betis, non di cercare un pareggio 0-0 contro una squadra con un budget maggiore o di perdere con il minimo. Speriamo che ora abbiamo la capacità di finire le ultime dieci partite allo stesso livello. Siamo stati tutti molto feriti dalla sconfitta contro il Siviglia, anche se abbiamo dimostrato di essere allo stesso livello. È stato difficile per noi rialzarci, proprio come quando è successo contro il Barcellona o quando siamo stati eliminati in Copa del Rey. Ma ci sono sconfitte che ti fanno capire che sei sulla strada giusta”.