fbpx

Il n°21 ha parlato a Il Corriere Dello Sport

Il centrocampista del Bologna, Roberto Soriano, ha parlato a Il Corriere Dello Sport della situazione della sua squadra in questo campionato ma anche del suo momento, con l’ambizione di conquistare un posto nell’Italia di Mancini a Euro 2020. Ecco le sue parole così come riportate da CalcioNews24:

“Il campionato? Quando le cose non vanno bene ognuno deve farsi un esame di coscienza, guardarsi dentro e chiedersi come mai. Se tutti lo fanno, possiamo fare di più durante la partita. Anche se ci sono tanti giovani, questa è una squadra seria, fatta di persone. Non è vero che abbiamo perso grinta, noi stiamo dando tutto, non è la voglia che sta mancando. Questo è sempre stato un gruppo unito, tra giovani e vecchi non c’è differenza. Abbiamo tutti un buon feeling, adesso più che mai. Ci aiutiamo il più possibile, soprattutto durante gli allenamenti. Il mister ci sprona e ci aiuta, chiedendoci di dare tutto. Lo ha sempre fatto da quando è arrivato. A ognuno di noi chiede di rischiare, di non fare il compitino e non lasciare niente indietro. Fare le cose al minimo è vietato. Europei? Ci credo, ma dipende da quello che faccio con il Bologna. Se serve un attaccante a gennaio? Non devo rispondere io. Noi abbiamo un gioco di un certo tipo, i calciatori si sacrificano e spendono tanto. Nella nostra squadra non c’è quello che dice segno io e stop, non siamo questi qui. Creiamo molto, ma concretizziamo poco”

Per sostenerci clicca sulla pubblicità


Adsense


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: