Bordeaux-Monaco | Kovac: “Sono molto orgoglioso della mia squadra”

Bordeaux-Monaco | Kovac: “Sono molto orgoglioso della mia squadra”. Sono le parole dell’allenatore del Monaco, Niko Kovac, dopo la vittoria esterna per 3-0 allo Stade Matmut Atlantique contro il Bordeaux, sedicesima forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico dei monegaschi, in conferenza stampa, ha elogiato la prestazione dei suoi e anche il fatto di essere vicini a centrare un piazzamento europeo per la prossima stagione, senza però esporsi troppo sul fatto che la sua squadra possa puntare al titolo, sebbene sia distante solo 2 punti. Ecco di seguito le parole dello stesso Kovac riprese da foot-express.com:

“Est-ce que ce match ressemble à celui contre Saint-Etienne? Oui, un peu. Bordeaux attendait que nous fassions des erreurs. On a plutôt bien dominé notamment en première période. Je suis content de la performance, on a marqué de jolis buts. Je souhaite tirer un coup de chapeau à mes joueurs. Et maintenant la 4e place est acquise. Justement maintenant est-ce qu’on peut parler d’un autre objectif pour Monaco ? Cette place en Europa League est enfin acquise. Je l’avais dit une fois cet objectif atteint on pourrait imaginer autre chose. On est dans la course. On peut arriver sur le podium, on peut arriver 2e, peut-être premiers. On va avoir des adversaires coriaces comme Lyon, Lens, Rennes et si on arrive à les battre, alors on verra. Est-ce que vous êtes dans la meilleure position pour aller chercher le titre ? Non, je ne pense pas. Lille occupe la première place et a son destin entre ses mains parce qu’ils ont déjà joué contre Paris, Lyon et nous. Si ils ne laissent pas de miettes, ils seront champions. Ce qui m’importe aujourd’hui c’est de souligner la performance de mes joueurs. Car en début de saison, personne n’aurait imaginé cette issue. Je suis très fier de mon équipe. On est encore en quart de finale de Coupe de France. On fait une grande saison, nous sommes troisièmes. Si on peut aller plus loin, évidemment en tant que coach je serai ravi.”

“Questa partita è simile a quella contro il Saint-Etienne? Sì, un po’. Il Bordeaux stava aspettando che commettessimo degli errori. Abbiamo dominato abbastanza bene, soprattutto nel primo tempo. Sono contento della prestazione, abbiamo segnato dei bei gol. Voglio togliermi il cappello di fronte ai miei giocatori. E ora il quarto posto è assicurato. Possiamo parlare di un altro obiettivo per Monaco? Questo posto in Europa League è finalmente assicurato. Come ho detto, una volta raggiunto questo obiettivo, potremmo immaginare qualcos’altro. Siamo in gara. Possiamo finire sul podio, possiamo arrivare secondi, forse primi. Avremo avversari difficili come Lione, Lens, Rennes e se riusciremo a batterli, allora vedremo. Sei nella posizione migliore per vincere il titolo? No, non credo. Il Lille è al primo posto e ha il suo destino nelle proprie mani perché ha già giocato contro PSG, Lione e noi. Se non lasciano le briciole, saranno dei campioni. Ciò che conta per me oggi è sottolineare la prestazione dei miei giocatori. Perché all’inizio della stagione, nessuno avrebbe immaginato questo risultato. Sono molto orgoglioso della mia squadra. Siamo ancora nei quarti di finale della Coppa di Francia. Stiamo facendo una grande stagione, siamo terzi. Se possiamo andare oltre, ovviamente come allenatore sarò felice”.