Brest-Lione | Dall’Oglio: “Abbiamo commesso errori ingenui”

Brest-Lione | Dall’Oglio: “Abbiamo commesso errori ingenui”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Brest, Olivier Dall’Oglio, dopo la sconfitta casalinga per 2-3 allo Stade Francis-Le Blé contro l’Olympique Lione, neo capolista della Ligue 1 2020-2021 (insieme al Lille). Il tecnico bretone, nella sua analisi, ha evidenziato i tanti errori della sua squadra in occasione dei 3 gol avversari, definiti come “ingenui”. Per il Brest, che non vince dallo scorso 7 febbraio (2-1 contro il Bordeaux), si tratta della tredicesima sconfitta stagionale. Di seguito le parole dello stesso Dall’Oglio (riproduzione: l’Equipe):

“On a des regrets et de l’amertume. Face à des équipes comme Lyon, on ne doit pas faire ces erreurs. On s’est tiré une balle dans le pied sur le premier et le deuxième but. Sur le premier but, il y a la vidéo, tu sais que tu ne dois pas faire ce genre de chose. Sur le deuxième, on n’est pas en place et on se fait naïvement bousculer. Comme sur le troisième, où ça part d’une touche… Le haut niveau, ce sont les détails, l’intelligence. On a été très naïfs, on a manqué d’expérience en première mi-temps. On était pourtant bien partis. Je ne suis pas satisfait non plus sur la finition. On doit être plus tueurs. On doit encore continuer à travailler. Les principes de jeu, offensifs et défensifs, doivent être au moins respectés”.

“Abbiamo rammarico e amarezza. Contro squadre come il Lione, non dobbiamo fare questi errori. Ci siamo dati la zappa sui piedi sul primo e sul secondo gol. Sul primo gol c’è il video, sai che non dovresti fare questo tipo di cose. Sul secondo, siamo fuori posizione e ci facciamo pressare ingenuamente. Così come nel terzo, dove parte da un attacco… Ad alti livelli fa la differenza il dettaglio, l’intelligenza. Siamo stati molto ingenui, ci è mancata l’esperienza nel primo tempo. Eravamo partiti bene. Nemmeno io sono soddisfatto della finalizzazione. Dobbiamo essere più cinici. Dobbiamo ancora continuare a lavorare. I principi di gioco, sia in attacco che in difesa, devono almeno essere rispettati”.