Cadice-Athletic Bilbao | Cervera: “Dobbiamo svoltare”

Cadice-Athletic Bilbao | Cervera: “Dobbiamo svoltare”. È il commento diretto dell’allenatore del Cadice, Álvaro Cervera, ai canali ufficiali del club dopo la sconfitta interna per 4-0 all’ Estadio Ramón de Carranza contro l’Athletic Bilbao. Il tecnico giallo blu, nella sua disamina, ha attaccato pesantemente la prestazione della sua squadra, indicando sé stesso come il principale responsabile di questo momento difficile degli andalusi. Ecco le parole dello stesso Cervera (qui la versione integrale):

“La sensación es muy mala. Llevamos 15 goles en los últimos partidos. Ha habido partidos como el del Atleti que nos hicieron cuatro pero competimos bien. Partidos como el de hoy no lo recuerdo en los años que llevo aquí. Hoy salíamos con la premisa de intentar ser fuertes en nuestro área y ya veríamos en el área contraria. A los diez minutos y ya llevaban muchas ocasiones de gol. La diferencia para mí no ha estado en lo bueno que es el Athletic, eso lo tengo claro, para mí el partido no está en eso. Es algo que nos pasa a nosotros. El máximo responsable soy yo. Seguiré trabajando hasta que consiga cambiarlo porque esto no es así. El Cádiz que yo conozco no tiene que ser así. Cuando el equipo está así hay que mirar al entrenador porque lo del último mes no es normal”

“La sensazione è molto brutta. Abbiamo preso 15 gol nelle ultime partite. Ci sono state partite come quella contro l’Atletico Madrid dove ne abbiamo concessi quattro ma abbiamo giocato bene. Non riesco a ricordare partite come quella di oggi in tutti gli anni in cui sono stato qui. Oggi siamo usciti con la convinzione di cercare di essere forti nella nostra area e poi saremmo dovuti andare nell’area avversaria. Dieci minuti e avevano già un sacco di occasioni da gol. La differenza per me non stava nel fatto che l’Athletic sia forte, questo mi è chiaro, per me la partita non riguardava questo. È qualcosa che ci succede. Io sono il principale responsabile. Continuerò a lavorare finché non riuscirò a cambiarlo, perché non è così. Il Cadice che conosco non deve essere così. Quando la squadra è così, devi esaminare l’allenatore, perché l’ultimo mese non è stato normale”.