Cadice-Celta Vigo | Coudet: “Abbiamo provato a vincere fino alla fine”

Cadice-Celta Vigo | Coudet: “Abbiamo provato a vincere fino alla fine”. Sono le parole dell’allenatore del Celta Vigo, Eduardo Coudet, dopo il pareggio esterno per 0-0 all’Estadio Ramón Carranza contro il Cadice, tredicesima forza della Liga Santander 2020-2021. Il tecnico galiziano, in conferenza stampa, ha evidenziato come la sua squadra abbia provato a vincere fino all’ultimo secondo contro una squadra molto compatta. Ecco di seguito le parole dello stesso Coudet riprese da Mundo Celeste (qui la versione integrale):

“Creo que lo intentamos hasta el final. Un equipo que se cerró muy atrás. Las dificultades lógicas de enfrentar a un equipo que se para de esta manera. Si lo hubiésemos podido abrir, se hubiera dado otro partido. El gol de Hugo fue milimétrico. El gol de Hugo fue milimétrico y una parada de Ledesma abajo terrible también, y la última. Todavía no la vi. Ojalá entre cuando la vuelva a ver (la última de Mallo). No creo (sonríe). Tener una intención, un protagonismo. Hoy lo llevamos a cabo. Nos faltó la fina para poder abrir el marcador y, a partir de ahí, hacer un partido más abierto con más espacios. Lo intentamos hasta el final, eso creo que se vio más que claro. Araújo? Arranqué recién y todavía no sé bien qué puede llegar a tener. Él dijo que se le puso duro. No sabría decirte. Ferreyra? Evaluar individualmente a mí no me gusta mucho. No le pudimos llegar tan claro para que tuviese situaciones claras de gol. Trabajó. Volveré a ver el partido y haré un análisis más real”

“Penso che ci abbiamo provato fino alla fine. Con una squadra che si è chiusa dietro. Le difficoltà sono logiche nell’affrontare una squadra che è bloccata così. Se avessimo potuto aprirla, sarebbe stata una partita diversa. Il gol di Hugo era millimetrico. Il gol di Hugo è stato millimetrico e Ledesma ha fatto anche un incredibile salvataggio basso alla fine. Non l’ho ancora visto. Speriamo che arrivi quando lo rivedrò (l’ultimo di Mallo). Non credo (sorride). Per avere un’intenzione, un carattere. Oggi l’abbiamo fatto. Ci mancava la finezza per poter sbloccare il risultato e, da lì, fare una partita più aperta con più spazi. Ci abbiamo provato fino alla fine, penso che fosse più che chiaro. Araújo? Ho appena iniziato e ancora non so cosa potrebbe avere. Ha detto che ha avuto un periodo difficile. Non posso dirlo. Ferreyra? Non mi piace valutarlo individualmente. Non siamo riusciti a raggiungerlo abbastanza chiaramente per dargli chiare situazioni di gol. Ha lavorato. Guarderò di nuovo la partita e farò un’analisi più realistica”.