Cagliari, quando Giulini fu ad un passo da Kulusevski…

Cagliari, quando Giulini fu ad un passo da Kulusevski…

Dejan Kulusevski è uno dei punti di forza del nuovo corso della Juventus targata Andrea Pirlo. Il numero 44 svedese, acquistato dalla Vecchia Signora nell’ottica di un cambiamento volto al ringiovanimento della rosa della prima squadra, è stato al centro tempo addietro di un curioso retroscena di mercato, quando ancora era di proprietà dell’Atalanta.

IL RETROSCENA RACCONTATO DA DI MARZIO: A raccontare tale episodio è stato il giornalista di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, all’interno del suo libro ‘GrandHotelCalcioMercato’. Di Marzio, infatti, racconta che Kulusevski, all’epoca di proprietà dell’Atalanta, era destinato a partire per crescere e trovare maggiore continuità.

LA MAXI OFFERTA DI GIULINI E DEL CAGLIARI: La squadra – spiega ancora Di Marzio nel suo libro – che era maggiormente accreditata per l’acquisto di Kulusevski era il Cagliari del presidente Tommaso Giulini. Il numero uno rossoblu aveva infatti messo sul piatto una maxi offerta con tanto di investimento importante per presente e futuro. Nello specifico, il valore economico della proposta della compagine isolana si aggirava intorno ai 7 milioni di euro per un trasferimento a titolo definitivo.

IL CAMBIO ROTTA DELLA DEA E L’ARRIVO AL PARMA: Quando sembrava che il Cagliari fosse avviato verso una conclusione felice dell’acquisto di Kulusevski, fu proprio l’Atalanta, che decise di non cederlo definitivamente in Sardegna ma di mandarlo a giocare in prestito al Parma. Tale mossa si rivelò poi vincente per il percorso dello stesso Kulusevski, che si accasò poi alla Juventus.