Celta Vigo-Real Madrid | Coudet: “Mi prendo gli aspetti positivi della sconfitta”

Celta Vigo-Real Madrid | Coudet: “Mi prendo gli aspetti positivi della sconfitta”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Celta Vigo, Eduardo Coudet, dopo la sconfitta interna per 3-1 a Balaídos contro il Real Madrid, seconda forza della Liga Santander 2020-2021. Il tecnico galiziano, in conferenza stampa, ha comunque elogiato la prestazione dei suoi ragazzi (dopo alcune difficoltà nei primi 25 minuti) contro un avversario che ti può punire in qualunque momento. Ecco di seguito le parole dello stesso Coudet riportate da Mundo Celeste (qui la versione integrale):

“Lo tengo que volver a ver pero la lectura rápida coincidimos. Creo que no fue bueno el inicio. Los primeros 25 minutos no fueron buenos nuestros. No pudimos ejecutar lo que habíamos preparado. A partir de ahí creo que si que empezó otro partido donde estuvimos en el partido y donde a mi entender el 1-3 se hizo larguísimo porque tuvimos siempre partido. Creo que lo habíamos hablado, creo no, lo hablamos en la previa. Son rivales que tienen y no te perdonan. Nosotros intentamos también lastimar y en un par de ocasiones también aparece el portero de ellos sacando algunas pelota distintas. Con lo que más, digamos, a disgusto te quedas es con ese comienzo. Creo que después, a partir de ahí, si dimos otra imagen. La imagen fue buena. Siempre hemos competido. Pusimos en aprietos hasta el último momento. Sobre el final el tercer gol por intentar tomar todos los riesgos que teníamos a disposición e ir a buscar el empate. Más allá de que era difícil el partido me quedo con lo positivo, que es la imagen que dejamos compitiendo hasta el último momento. Solari? Creo que si (lesión muscular). Creo que si, el abductor. Después veremos la gravedad. En un principio el doctor no sería un desgarro. Lo que hablamos ahí rápidamente para contarles, para que tengan algo. Si que le molestó en la zona del abductor así que un par de semanas de baja seguramente vamos a tener”

“Devo guardarlo di nuovo, ma dalla lettura veloce siamo d’accordo. Non credo che sia stato un buon inizio. I primi 25 minuti non sono stati buoni da parte nostra. Non abbiamo potuto eseguire ciò che avevamo preparato. Da quel punto in poi penso che sia iniziata un’altra partita in cui eravamo in gioco e dove penso che l’1-3 sia stato troppo lungo perché eravamo sempre in partita. Credo che ne abbiamo parlato, non credo, ne abbiamo parlato prima. Sono avversari che ne hanno e non ti perdonano. Abbiamo anche cercato di far loro del male e in un paio di occasioni il loro portiere si è presentato con un paio di palle diverse. Quello che ti ha deluso di più, diciamo, è quell’inizio. Penso che dopo, da quel momento in poi, abbiamo dato un’immagine diversa. L’immagine era buona. Abbiamo sempre lottato. Li abbiamo messi in difficoltà fino all’ultimo momento. Alla fine abbiamo segnato il terzo gol perché abbiamo cercato di correre tutti i rischi che potevamo e cercare il pareggio. Anche se è stata una partita difficile, manterrò il positivo, che è l’immagine che abbiamo dato, competendo fino all’ultimo momento. Solari? Credo di sì (lesione muscolare). Credo di sì, il rapitore. Poi vedremo quanto è grave. In linea di principio il medico non sarebbe una lacrima. Quello che abbiamo parlato lì velocemente per dirglielo, in modo che abbiano qualcosa. Se questo lo ha infastidito nella zona dell’adduttore così un paio di settimane fuori avremo sicuramente”.