Fulham-Man City | Parker: “La squadra se l’è giocata”

Fulham-Man City | Parker: “La squadra se l’è giocata”. Sono le parole del manager del Fulham, Scott Parker, ai microfoni di BT Sport dopo la sconfitta interna per 3-0 contro il Manchester City, capolista della Premier League 2020-2021. Il tecnico dei Cottagers, nella sua disamina della partita, ha elogiato l’impegno e la prestazione dei suoi, che però – secondo Parker – sono stati eccessivamente disattenti su due dei tre gol dei Citizens nel primo tempo. Ecco di seguito le parole dello stesso Parker (riproduzione: bbc.com):

“We tried to take the game to the best team in Europe and this division. I thought we did do that. We conceded silly goals in the second half. Which is disappointing but the players know that. I asked the team to be brave and show a way about us to try and assert ourselves on Man City. For large parts they did very well but it was some silly goals really. We were solid and were in the game. We had our little tiny moments in the first half where we need to be more clinical. You have to stay more solid in the second half but the goal came straight after half time which is an uphill battle. There are massive positives. People may look at the way the goals were conceded but if you try to take a team on like Manchester City there are risks that come from that. We fell short. Overall I’m very pleased. Big test now. Our season won’t be defined against a side like Man City. Now as always, we re-group, learn from the mistakes, take the positives and go again.”

“Abbiamo cercato di giocare contro la migliore squadra d’Europa e di questo campionato. Penso che l’abbiamo fatto. Abbiamo concesso gol stupidi nel secondo tempo. Il che è deludente, ma i giocatori lo sanno. Ho chiesto alla squadra di essere coraggiosa e di mostrare un modo per cercare di imporsi sul Man City. Per larghi tratti hanno fatto molto bene, ma sono stati davvero dei gol stupidi. Siamo stati solidi ed eravamo in partita. Abbiamo avuto i nostri piccoli momenti nel primo tempo dove abbiamo bisogno di essere più clinici. Devi rimanere più solido nel secondo tempo, ma il gol è arrivato subito dopo l’intervallo, il che è una battaglia in salita. Ci sono molti aspetti positivi. La gente può guardare il modo in cui i gol sono stati concessi, ma se si cerca di affrontare una squadra come il Manchester City ci sono dei rischi che derivano da questo. Siamo caduti in basso. Nel complesso sono molto contento. Ora c’è un grande test. La nostra stagione non sarà definita contro una squadra come il Man City. Ora, come sempre, ci riorganizziamo, impariamo dagli errori, prendiamo gli aspetti positivi e ripartiamo”.