L’attaccante macedone parla a Il Secolo XIX

L’attaccante del Genoa, Goran Pandev, ha parlato al quotidiano Il Secolo XIX della sua stagione in rossoblu, che sarà l’ultima della sua carriera da calciatore professionista. Ecco le sue parole così come riprese da CalcioNews24:

“Ritiro? Ma nel 2021 faccio 38 anni, credo davvero che sarà l’ultima stagione. Prima, però ho gli ultimi sogni da realizzare. E poi resterò a vivere qui, lo hanno deciso i miei figli… d’altra parte, ormai, sono genoano. Triplete e qualificazione agli Europei? Sì, è un’impresa che aspettavamo da 30 anni. In Macedonia sono nato, c’è la mia famiglia, mi emoziono ancora se penso a quella sera. Quasi a fine carriera ho realizzato il sogno non solo mio ma dei compagni, della nostra gente. So di essere un riferimento per i giovani, ho dato tutto. Le persone erano così felici: altro che qualificazione, sembrava che avessimo vinto l’Europeo. Io a segno contro la Lazio? Magari. Ho un piccolo affaticamento, ma nulla di serio e conto di esserci. Ad ogni modo è una grandissima squadra, ma ci servono punti e vogliamo un risultato positivo. Ibrahimovic? Ibra è un grandissimo, spero continui: senza di lui il calcio non sarebbe lo stesso. Io però ho quasi deciso, in estate ne faccio 38 e mi fermo, ne ho parlato con mia moglie. Ma prima vorrei giocare di nuovo nel Ferraris con i nostri tifosi, per chiudere in bellezza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: