Huesca-Osasuna | Pacheta: “Avremmo potuto vincere la partita”

Huesca-Osasuna | Pacheta: “Avremmo potuto vincere la partita”. Lo ha dichiarato l’allenatore dell’Huesca, Pacheta, dopo il pareggio interno per 0-0 all’Estadio El Alcoraz contro l’Osasuna, tredicesima forza della Liga Santander 2020-2021. Il tecnico degli Azulgrana, in conferenza stampa, ha evidenziato come la sua squadra avrebbe potuto vincere questa partita contro i Navarri ma ha anche tenuto a precisare che la sua fiducia nei suoi ragazzi, nonostante il momento difficile, è comunque intatta. Ecco di seguito le parole dello stesso Pacheta (report completo su navarra.elespanol.com):

“Mi comportamiento al final del partido o en los partidos suele ser pasional. Me dedico a entrenar y mi pasión por ello me lleva a veces a hacer actos que luego me puedo arrepentir, pero mi pasión por esta entidad lleva a decisiones de ese tipo. Se sufre mucho y me lleva a estas cosas. Te vas y te evades para no ver el sufrimiento de los jugadores. La fe es la que nos mueve. Para nada ha faltado y casi perdemos el partido por ello. No he perdido confianza en otros jugadores y solo podemos jugar con 16 de 25 y te decides por unos por un montón de factores. En estos momentos tengo que sacar el máximo rendimiento a los más válidos y al final de la liga se tomarán decisiones. Tengo dos porteros que son maravillosos. Andrés es un tipo excepcional. Tengo dos porteros cojonudos y me decanto por uno o por otro. El partido ha sido bueno, hemos hecho cosas para ganar, pero dejas el marcador a cero que no está mal después de recibir bastantes en los últimos partidos. Tengo la sensación de haber tenido los tres puntos en la mano. Hemos ido a por los tres. Hemos tenido suficientes aproximaciones para hacer gol. No nos sonríe ni la última que hemos tenido. Ahora a disfrutar dos días, limpiar ya que no hay liga y luego a ganar al Levante”

“Il mio comportamento alla fine della partita o nelle partite è di solito appassionato. Mi dedico ad allenare e la mia passione mi porta a volte a fare cose di cui potrei poi pentirmi, ma la mia passione per questo club porta a decisioni del genere. Soffro molto e questo mi porta a queste cose. Ti allontani ed eviti di vedere la sofferenza dei giocatori. La fiducia è ciò che ci guida. Non mancava affatto e abbiamo quasi perso la partita per questo. Non ho perso la fiducia in altri giocatori e possiamo giocare solo con 16 su 25 e si decide per alcuni di loro per un sacco di fattori. Al momento devo ottenere il massimo dai migliori giocatori e alla fine del campionato le decisioni saranno prese. Ho due portieri che sono meravigliosi. Andrés è un ragazzo eccezionale. Ho due grandi portieri e sceglierò uno o l’altro. La partita è stata buona, abbiamo fatto cose per vincere, ma si mantiene la porta inviolata, che non è male dopo aver concesso così tanto nelle ultime partite. Ho la sensazione che avevamo i tre punti nelle nostre mani. Siamo andati per tutti e tre. Abbiamo avuto abbastanza tentativi per segnare un gol. Anche l’ultimo che abbiamo avuto non ci ha sorriso. Ora dobbiamo riposare per due giorni, recuperare, visto che non c’è il campionato e poi dobbiamo battere il Levante”.