I futures sulle azioni sono aumentati mentre gli investitori guardano avanti al nuovo anno

I futures sulle azioni sono saliti mercoledì mattina mentre i trader guardano avanti alla fine di un anno in perdita e si preparano per il 2023.

I future legati alla media industriale del Dow Jones hanno aggiunto 48 punti, scambiando quasi in piano. I futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono aumentati rispettivamente dello 0,12% e dello 0,11%.

Martedì ha segnato l’inizio di una settimana di trading abbreviata durante le festività. Il Dow ha chiuso in rialzo di 37,63 punti, o dello 0,11%, a 33.241,56. L’S&P 500 è sceso dello 0,40%.

Il Nasdaq Composite è sceso di quasi l’1,4%, seguito da un calo dell’11% delle azioni Tesla. Il giornale di Wall Street Il produttore di veicoli elettrici ha dichiarato che continuerà con un arresto della produzione di una settimana presso la sua struttura di Shanghai. Segnato martedì Settimo giorno consecutivo di sconfitte Per magazzino.

Arriva alla fine di un anno tumultuoso per la casa automobilistica elettrica, con il proprietario Elon Musk che ha effettuato un controverso acquisto di Twitter. Le azioni di Tesla sono scese del 69% quest’anno.

“Un anno fa, Musk era un eroe e c’erano acquisti dettati dal panico al rialzo”, ha dichiarato Eric Jackson, fondatore di EMJ Capital, in “Closing Bell: Overtime”. “Ora… è vendita dettata dal panico.”

Con tre giorni di negoziazione rimasti nel 2022, il mercato azionario è sulla buona strada per il suo anno peggiore dal 2008. Il Nasdaq è il peggiore dei tre indici, con perdite del 33,8% quest’anno poiché gli investitori hanno abbandonato i titoli di crescita tra i timori di recessione. Il Dow e l’S&P 500 sono sulla buona strada per perdere rispettivamente l’8,5% e il 19,7%.

READ  L'Academy "conduce una revisione" dopo la scioccante nomination all'Oscar di Andrea Riseborough

Gli investitori cercheranno approfondimenti sullo stato dell’economia nei dati sulla produzione della Federal Reserve di Richmond e sulle vendite di case in attesa mercoledì mattina. Gli operatori di mercato cercheranno numeri che indichino che l’economia si sta raffreddando, che sperano possa segnalare alla banca centrale che gli aumenti dei tassi di interesse potrebbero continuare a rallentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *