fbpx

Il n° 33 bianconero parla a Rai Sport

L’attaccante della Juventus, Federico Bernardeschi, parla dal ritiro di Coverciano della nazionale italiana. Il numero 33 bianconero, intervistato da RaiSport, parla del suo momento personale e della sua squadra. Ecco le sue parole così come riportato da TMW:

“Se nella Juventus di Pirlo ho lo spazio che avevo in quella di Sarri? Assolutamente si. Conosco solo una strada del lavoro e da grande professionista quale sono mi sono messo a disposizione dell’allenatore e ho giocato dove mi ha chiesto. Ho parlato con il mister, ho la sua fiducia. Quindi non è assolutamente un problema. Ovviamente quando si cambia staff, quando si cambia allenatore ci sono sempre dei meccanismi nuovi ma anche solo delle relazioni personali diverse da quelle che c’erano prima. Quindi ci vuole tempo, come in tutte le cose della vita: non si può avere tutto subito, anche perché se no è un fuoco di paglia e si spegne subito. Io credo che il mister abbia una grande fortuna dalla sua parte che è stato un fuoriclasse, un campione assoluto che ha vissuto spogliatoi importanti. E questo in pochi allenatori ce l’hanno e lui metterà tutta la sua esperienza da calciatore come allenatore. Ovviamente abbiamo incontrato delle difficoltà iniziali, ma se pensavamo di non incontrarle saremmo stati dei folli. Quindi adesso lavoriamo e stiamo lavorando per questo e come sempre ne verremo fuori. Cos’è successo con Sarri? Io credo che ci siano state delle incompatibilità probabilmente. Lui non è riuscito a trasmettere quello che voleva trasmettere e noi non siamo stati capaci a capire lui”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: