fbpx

L’ex bianconero ha parlato a TMW Radio

L’ex centrocampista della Juventus, Angelo Di Livio, è intervenuto a Stadio Aperto, trasmissione radiofonica di TMW Radio, per fare il punto della situazione in casa bianconera. Ecco le sue parole così come riportate da Tuttomercatoweb.com:

“Come ho reagito alla nomina di Pirlo alla guida della Juventus? Mi ha incuriosito, un po’ come tutti. La Juve sa i rischi cui va incontro, e ci sono, ma sono convinto che Andrea col suo staff saprà venire fuori da questo inizio di difficoltà, e chi vorrà vincere lo Scudetto dovrà vedersela con la Juventus, inutile girarci intorno. Hanno ancora diversi giocatori fuori, tra cui De Ligt che non ha mai giocato e che è fortissimo. Vorrei però vedere concorrenza per il titolo. Dybala? Lui è un campione, non scherziamo. Sicuramente sta attraversando un momento particolare, ma purtroppo ha avuto il Covid, poi un problema fisico ed è rientrato tardi. Sulle sue qualità però nessuno ha dei dubbi, e sono sicuri che le porterà fuori e si renderà utile per Pirlo. Se Chiesa-Juve era destino? Sì, era destino: la Juve prende sempre i giovani più bravi. So che a Firenze è stato molto criticato, ma doveva succedere… Forse già un anno fa. Bernardeschi? Soffre la concorrenza e non riesce ad emergere, giocando una partita ogni tre è difficile. Deve fare una scelta, e andare via dalla Juve così che possa esprimere al meglio le sue qualità. Perché oggi anche lui è un brocco, e io non ci voglio credere: gli serve una soluzione diversa. Forse [per Bernardeschi] è stato un problema il suo ‘non ruolo’? Già però rendersi disponibili per giocare su altri ruoli significa essere per il bene della squadra. Non conosco i dettagli, ma credo stia soffrendo la concorrenza: non essere sicuro del posto lo fa sentire più debole rispetto ad altri”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: