Juventus, Dybala: “Anno negativo. Speriamo di imparare dagli errori”

Juventus, Dybala: “Anno negativo. Speriamo di imparare dagli errori”. Sono alcune delle parole dell’attaccante della Juventus, Paulo Dybala, rilasciate su Twitch allo streamer spagnolo Ibai Llanos. Il numero 10 della formazione allenata da Andrea Pirlo, tra i temi trattati, si è anche soffermato sulla stagione della sua squadra. Ecco di seguito le sue parole riprese da Fantacalcio.it:

“Messi o Ronaldo? Dell’arrivo di Messi in Italia ne hanno parlato ma si sapeva che sarebbe stato difficilissimo. Io insieme a Messi e Ronaldo? Ho avuto molta fortuna in questi anni, ma ora sto sfidando Cristiano per arrivare a 100 gol con la Juve. A lui ne mancano 3 a me uno solo. Con Ronaldo ci alleniamo sempre a battere le punizioni, a lui spettano quelle a sinistra, a me quelle a destra. Lui è totalmente ossessionato dalla vittoria, vuole sempre vincere. Anche in allenamento e nelle partitelle. Non gli piace perdere e quando succede per qualche minuto è intrattabile. Tra Messi e Ronaldo difficile scegliere, sono molto differenti. Ognuno dei due dà un qualcosa in più in determinate cose. La pressione nella Juventus? La pressione c’è sempre stata, non conta la maturità e l’età. La cosa più importante è essere forte mentalmente, è una cosa che non ti insegnano. Questo fa la differenza tra un buon giocatore e una stella. La stagione della Juventus? Abbiamo la finale di Coppa Italia da giocare contro l’Atalanta e abbiamo vinto un trofeo contro il Napoli. Ovviamente stiamo parlando di un anno negativo perché lo scudetto lo vincerà l’Inter, mentre noi di solito siamo abituati a vincere. È un anno differente, ma abbiamo cambiato tanto, dall’allenatore ai giocatori. Speriamo di fare meglio il prossimo anno imparando dagli errori. La storia della Dybala Mask? Sono un appassionato del film “Il Gladiatore”. A Doha contro il Milan sbagliai un rigore decisivo e poi andai in vacanza con Pogba: la peggiore della mia vita perché pensavo solo al mio errore. Da lì presi l’idea di festeggiare mimando la maschera che i gladiatori usavano in battaglia. E al primo gol segnato contro l’Atalanta, ho festeggiato così”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: