fbpx

 Il tecnico parla dopo il 2-0 col Cagliari

La Juventus, dopo il pareggio last minute contro la Lazio, ottiene una vittoria importante tra le mura amiche, battendo per 2-0 il Cagliari e piazzandosi, almeno per una notte, al secondo posto. Ecco le parole post gara del tecnico Andrea Pirlo a DAZN (riproduzione: TMW):

“Se la nostra fisionomia di gioco non cambia? Gli interpreti possono cambiare, ma il nostro modo di giocare deve essere lo stesso. Era importante avere il dominio del gioco, e stasera l’abbiamo fatto bene: per la consapevolezza della squadra serviva una partita così. Ci sono state ottime prestazioni, anche di chi rientrava dalle nazionali. Volevamo e dovevamo vincere questa partita. Il lavoro sul piano fisico? Abbiamo tanti giocatori che danno strappi, anche se così facendo rischi di allungare la squadra. Ogni tanto però può capitare, perché la voglia di fare gol può portare a queste situazioni. Arthur? È il giocatore che ci aspettavamo. Veniva da un campionato diverso e serviva un periodo di adattamento. Adesso sta meglio ed è un giocatore molto importante per le nostre uscite, per evitare la pressione degli avversari. La qualità nel nostro DNA? Non basta solo quello, bisogna metterla in pratica. Bisogna giocare a due tocchi e smuoverla da una parte all’altra. Stasera si sono anche divertiti, e con queste prestazioni i giocatori prendono anche sicurezza. Quando hai il possesso corri di meno e riesci ad avere la gestione della gara. Il recupero palla in pressing alto? È la pressione che ricerchiamo dall’inizio dell’anno. Le assenze e altri fattori ci hanno consentito di lavorare meno, ma l’input deve essere recuperare palla per tenere gli avversari nella loro metà campo. Dybala? È una seconda punta, appena sarà in condizione lo metteremo nella sua posizione. Oggi è entrato meglio, prende l’antibiotico da due settimane. Oggi si è vista un po’ di gamba, che è quella che gli è mancata in questo periodo. Ronaldo? Della sua professionalità sapevamo tutti, ma sottolineo anche la sua disponibilità. Solo quando sei un campione come lui puoi raggiungere questi risultati, è un esempio per tutti. C’è poco da dirgli, solo di continuare così”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: