Leeds-Liverpool | Bielsa: “Pari voluto con forza. Sulla Super League…”

Leeds-Liverpool | Bielsa: “Pari voluto con forza. Sulla Super League…”. Sono alcune delle parole del manager del Leeds, Marcelo Bielsa, ai microfoni di BBC Sport dopo il pareggio interno per 1-1 a Elland Road contro il Liverpool, sesta forza della Premier League 2020-2021. Il manager dei Whites, oltre ad analizzare la prestazione dei suoi, si è soffermato con durezza anche sul tema che ha scosso il mondo del calcio, ovvero la creazione della Super League europea. Ecco di seguito le parole dello stesso Bielsa (riproduzione: bbc.com):

“There were periods when the one dominated the other. Perhaps in the second half when we were losing we had more continuity when we were searching for the equaliser. In the same we had chances, they had chances also. The first half was more equal the second half was more leaning to us but the opponent was always dangerous. As the difference was only one goal we had hopes we would convert one. We kept on being dangerous even though the opponent was defending close to their goal. European Super League? It shouldn’t surprise us. In all walks of life the powerful look after their own and don’t worry about the rest of us. The big teams are also created due to the opposition of the other teams. In the search for higher economic earnings they forget about the rest. The powerful are more rich and the weak are poorer. It doesn’t do good to football in general. There are a lot of structures that should have prevented these forces from coming. For me sincerely I am not surprised because in all walks of life same thing happens, so why wouldn’t it happen in football.”

“Ci sono stati momenti in cui l’uno ha dominato l’altro. Forse nel secondo tempo, quando stavamo perdendo, abbiamo avuto più continuità quando cercavamo il pareggio. Nello stesso abbiamo avuto occasioni, anche loro hanno avuto occasioni. Il primo tempo è stato più uguale il secondo tempo è stato più appoggiato a noi ma l’avversario è stato sempre pericoloso. Dato che la differenza era di un solo gol, avevamo la speranza di farne uno. Abbiamo continuato ad essere pericolosi anche se l’avversario difendeva vicino alla sua porta. Super League europea? Non dovrebbe sorprenderci. In tutti i settori della vita i potenti si occupano dei propri interessi e non si preoccupano degli altri. Le grandi squadre si creano anche grazie all’opposizione delle altre squadre. Nella ricerca di maggiori guadagni economici si dimenticano del resto. I potenti sono più ricchi e i deboli più poveri. Non fa bene al calcio in generale. Ci sono molte strutture che avrebbero dovuto impedire l’arrivo di queste forze. Per quanto mi riguarda sinceramente non sono sorpreso perché in tutti i settori della vita succede la stessa cosa, quindi perché non dovrebbe succedere nel calcio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: