Lens-Lione | Garcia: “Lotta per il titolo? Dobbiamo essere umili e non parlarne”

Lens-Lione | Garcia: “Lotta per il titolo? Dobbiamo essere umili e non parlarne”. Sono le parole dell’allenatore dell’Olympique Lione, Rudi Garcia, dopo il pareggio esterno per 1-1 contro il Lens, quinta forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico, in conferenza stampa, ha espresso il suo disappunto per questo risultato che allontana l’OL dalla lotta per il titolo. Ecco di seguito le parole dello stesso Garcia (fonte: l’Equipe):

“On est certainement les perdants de ce week-end, donc faisons en sorte d’être les gagnants sur les sept prochains week-ends. On est tombés du podium, on va être chasseur face aux trois autres équipes devant et heureusement on va en affronter deux (Lille et Monaco). Mais on fait une mauvaise opération ce (samedi) soir. Quand on est quatrièmes, on va garder l’humilité de ne pas parler de titre. Faisons en sorte quand les confrontations directes contre Lille et Monaco vont arriver d’être en mesure de se rapprocher ou de les dépasser…On voulait gagner mais on n’a pas su le faire pour une bonne et simple raison : on a manqué d’efficacité dans les zones de vérité. Leur gardien a été bon mais on a manqué d’habileté devant le but. On a fait une meilleure deuxième période en termes de fluidité dans le jeu et de simplicité dans nos attaques. On était trop lents et on touchait trop la balle en première période, c’était beaucoup mieux en deuxième”.

“Siamo certamente i perdenti questo fine settimana, quindi assicuriamoci di essere i vincitori nei prossimi sette fine settimana. Siamo scesi dal podio, inseguiremo le altre tre squadre davanti e per fortuna ne giocheremo due (Lille e Monaco). Ma abbiamo fatto un pessimo lavoro questo (sabato) sera. Quando saremo quarti, manterremo l’umiltà di non parlare del titolo. Facciamo in modo che quando arriveranno gli scontri diretti contro Lille e Monaco, saremo in grado di avvicinarci o superarli… Volevamo vincere ma non ci siamo riusciti per una buona e semplice ragione: ci mancava l’efficacia nelle zone chiave. Il loro portiere era bravo ma ci mancava l’abilità davanti alla porta. Abbiamo avuto un secondo tempo migliore in termini di fluidità di gioco e semplicità nei nostri attacchi. Eravamo troppo lenti e toccavamo troppo la palla nel primo tempo, è stato molto meglio nel secondo”.