Leverkusen-Young Boys | Bosz: “Loro sono stati migliori di noi”

Leverkusen-Young Boys | Bosz: “Loro sono stati migliori di noi”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Bayer Leverkusen, Peter Bosz, ai microfoni di UEFA.com dopo la sconfitta interna per 2-0 alla BayArena contro lo Young Boys nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League (all’andata finì 4-3 per gli svizzeri n.d.r.). Il tecnico delle Aspirine, in particolare, non ha voluto cercare alibi e ha sottolineato come gli avversari si siano dimostrati migliori nei 180 minuti. Bosz, inoltre ha altresì manifestato la propria delusione per la prestazione della propria squadra, non sufficiente per poter passare alla prossima fase della competizione. Ecco qui di seguito le parole post partita dello stesso Bosz:

“Non ci sono scuse. Sono stati la squadra migliore non solo in una partita, ma in due. Ci hanno costretto a correre il rischio di gettare corpi in avanti e questo ci è costato alla fine. Hanno difeso alla grande e non siamo riusciti a creare abbastanza. Purtroppo non si può vincere tutte le partite. Non è stato abbastanza dai miei giocatori stasera, dobbiamo essere onesti su questo. Siamo delusi perché avevamo l’obiettivo di andare lontano in questa competizione, ma stasera non abbiamo meritato questa possibilità”

“Es gibt keine Ausreden. Sie waren nicht nur in einem Spiel die bessere Mannschaft, sondern in zwei. Sie haben uns gezwungen, Risiken einzugehen und Körper nach vorne zu werfen, und das hat uns am Ende gekostet. Sie haben großartig verteidigt und wir konnten nicht genug kreieren. Leider kann man nicht jedes Spiel gewinnen. Es war heute Abend nicht genug von meinen Spielern, da müssen wir ehrlich sein. Wir sind enttäuscht, weil wir ein Ziel hatten, in diesem Wettbewerb weit zu kommen, aber heute Abend haben wir diese Chance nicht verdient”