Il piano verrà presentato a CSD e Ministero Della Salute nelle prossime ore

La Liga ha contattato i vari club della Prima e della Seconda Divisione per rivedere il loro protocollo per il ritorno del calcio e le date di questo ritorno.

I vertici vogliono che le loro squadre tornino al lavoro il 1° maggio, quando le misure imposte dallo stato di allarme dovrebbero essere state allentate. Questo piano sarà presentato al CSD, che lo studierà insieme al Ministero della Salute.

La Liga – a quanto si apprende dal piano – illustra che il ritorno al lavoro delle diverse squadre sarà progressivo dal 1° maggio, con una prima fase di piccoli gruppi di giocatori, circa 4 o 6 per campo, fino ad una fase di gruppo in cui si integrano circa una dozzina per campo, a partire dal 15 maggio.

Entro il 25 maggio inizieranno gli allenamenti regolari in gruppo, nell’ambito delle rigorose misure di salute e sicurezza da seguire nelle varie strutture in cui operano, con il giusto personale per svolgere l’attività.

La Liga favorisce inoltre che il personale e gli organi tecnici si concentrino su una residenza o una struttura alberghiera per evitare il contatto con le persone nel loro ambiente.