Lille-Nîmes | Galtier: “Abbiamo meritato di perdere”

Lille-Nîmes | Galtier: “Abbiamo meritato di perdere”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Lille, Christophe Galtier, ai canali ufficiali del club dopo la sconfitta interna per 2-1 allo Stade Pierre-Mauroy contro il Nîmes, quartultima forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico, in conferenza stampa, ha espresso il suo disappunto per la prestazione dei suoi contro un avversario molto compatto e chiuso. Ecco di seguito le parole dello stesso Galtier (qui la versione integrale):

“C’est la Ligue 1. C’est une victoire méritée de la part de Nîmes. On était absent dès le départ. On a été contrés, chose inhabituelle chez nous. On a oublié certains fondamentaux. Dans notre jeu, il n’y a pas eu beaucoup de réussite, on a essayé d’entreprendre de façon très désorganisée, ce qui a donné un match pauvre de notre part. Avec les enchaînements de matchs, notre qualité de jeu s’est affaiblie. Moins de précision dans les transmissions, moins de justesse côté technique. Il y a peut-être de la fatigue mais aussi un manque d’expérience et de maîtrise quand on se trouve dans cette position à ce moment de la saison. C’est sûr que notre jeu a été très pauvre aujourd’hui. Je ne veux pas tout jeter à la poubelle. On a 63 points ce soir, on ne nous attendait pas à ce niveau-là. Est-ce que la marche est trop haute pour nous ? Nous verrons bien. Il faudra aborder les 8 derniers matchs avec un jeu meilleur et retrouver les fondamentaux qui ont fait notre force sur nos 30 derniers matchs. Face à un bloc bas, on a du mal à s’exprimer. Il nous faut plus de qualité de centre, de maîtrise technique, de présence dans la surface. On a certains atouts, mais peut-être pas tous les atouts pour battre différents profils d’équipe. C’était le cas face à Strasbourg et c’était encore le cas ce soir. On sait que dans ce genre de match là, les choses se compliquent quand on prend un but. On doit s’améliorer face à ce genre de scénario. Après, il y a le parcours qui sera le nôtre sur les 8 prochains matchs. Comment le groupe va digérer cette défaite mais aussi la concurrence qui va s’installer”

“Questa è la Ligue 1. È una vittoria meritata da parte del Nîmes. Eravamo assenti fin dall’inizio. Siamo stati bloccati, il che è insolito per noi. Abbiamo dimenticato alcuni fondamentali. Nel nostro gioco, non c’è stato molto successo, abbiamo iniziato in modo molto disorganizzato, il che ci ha dato una prestazione insufficiente. Con il susseguirsi delle partite, la nostra qualità di gioco si è indebolita. Meno precisione nelle trasmissioni, meno accuratezza sul lato tecnico. Forse è la stanchezza, ma anche la mancanza di esperienza e di controllo quando si è in questa posizione in questo momento della stagione. È vero che la nostra partita è stata molto povera oggi. Non voglio buttare via tutto. Abbiamo 63 punti stasera, non ci aspettavamo di essere a questo livello. Il passo è troppo alto per noi? Vedremo. Dovremo avvicinarci alle ultime 8 partite con un gioco migliore e trovare i fondamentali che ci hanno reso forti nelle nostre ultime 30 partite. Di fronte a una difesa basso, abbiamo difficoltà a esprimerci. Abbiamo bisogno di più qualità in mezzo, più padronanza tecnica, più presenza in area di rigore. Abbiamo alcune risorse, ma forse non tutte le risorse per battere diversi tipi di squadre. Questo è stato il caso contro lo Strasburgo e lo è stato anche stasera. Sappiamo che in questo tipo di gioco, le cose si complicano quando prendiamo un gol. Dobbiamo migliorare di fronte a questo tipo di situazione. Dopo di che, c’è il percorso che faremo nelle prossime otto partite. Il gruppo digerirà questa sconfitta, ma arriverà anche la concorrenza”.