Man United-Real Sociedad | Alguacil: “Siamo tornati noi stessi”

Man United-Real Sociedad | Alguacil: “Siamo tornati noi stessi”. Lo ha dichiarato l’allenatore della Real Sociedad, Imanol Alguacil, dopo il pareggio esterno per 0-0 all’Old Trafford contro il Manchester United nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League (all’andata i Red Devils vinsero sui baschi per 4-0 nel neutro dell’Allianz Stadium di Torino n.d.r.). Il tecnico, nella sua analisi, ha evidenziato come la sua squadra, sebbene sia stata eliminata dalla competizione, abbia ritrovato la propria immagine sotto il profilo del gioco e dell’atteggiamento. Ecco di seguito le parole dello stesso Alguacil (report completo su Mundo Deportivo):

“No me voy contento porque lo que queríamos era ganar. Hemos conseguido uno de los objetivos que era lavar la imagen. Hemos jugado muy completos una vez más, sabiendo que la eliminatoria estaba como estaba y no es fácil afrontar así un partido. Hay que felicitar a los jugadores y espero que hoy los aficionados de la Real estén orgullosos de la imagen que hemos dado. Lo de Turín fue un palo duro, pero seguramente no estamos tan lejos. ¿Pudo el penalti haber cambiado la historia?: “Ese penalti lo que nos hacía era, si cabe, creérnoslo más todavía. Estábamos haciendo las cosas muy bien, generando ocasiones y jugando de tú a tú. Quién sabe lo que hubiera pasado metiendo el penalti. Sabemos que la eliminatoria estaba prácticamente sentenciada y había dos objetivos muy claros: ganar y lavar la imagen y al menos uno lo hemos conseguido”

“Non sono felice perché quello che volevamo era vincere. Abbiamo raggiunto uno dei nostri obiettivi, che era quello di ripulire la nostra immagine. Abbiamo giocato ancora una volta in modo molto completo, sapendo che il pareggio era quello che era e non è facile affrontare una partita del genere. Dobbiamo congratularci con i giocatori e spero che oggi i tifosi della Real siano orgogliosi dell’immagine che abbiamo dato. Quello che è successo a Torino è stato un duro colpo, ma sicuramente non siamo così lontani. Se il rigore poteva cambiare la storia? Quel rigore poteva farci credere ancora di più. Stavamo facendo molto bene, creando occasioni e giocando al meglio. Chissà cosa sarebbe successo se avessimo preso il rigore. Sappiamo che il pareggio era praticamente finito e avevamo due obiettivi molto chiari: vincere e pulire la nostra immagine e abbiamo raggiunto almeno uno di questi”.