Milan-Benevento | Inzaghi: “Questa squadra ha le carte in regola per salvarsi”

Milan-Benevento | Inzaghi: “Questa squadra ha le carte in regola per salvarsi”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Benevento, Filippo Inzaghi, ai microfoni ai microfoni di DAZN dopo la sconfitta esterna per 2-0 a San Siro contro il Milan, provvisoriamente al secondo posto della classifica della Serie A 2020-2021 (in attesa di Sassuolo-Atalanta). Il tecnico dei campani, nel post partita, ha evidenziato come i suoi abbiano comunque provato a giocarsela con coraggio e ha lanciato un chiaro messaggio di fiducia a tutta la squadra che – a suo dire – può riuscire nell’impresa di salvarsi. Ecco di seguito le parole dello stesso Inzaghi:

“Se potevamo fare meglio come prestazione? Sì, è chiaro che col Milan soffri ma se fai 14 tiri e Donnarumma para 4-5 tiri, vuol dire che la squadra la prestazione l’ha fatta. Nel primo tempo i tiri di Ionita e Lapadula, l’occasione di Iago e Insigne… Domenica sappiamo che è la nostra partita. L’umore dello spogliatoio? Tutto l’anno non siamo stati negli ultimi tre posti, vuol dire che se ci siamo vuol dire che abbiamo sbagliato qualcosa. Ora dobbiamo preparare la partita di domenica che è la nostra partita. Dobbiamo arrivare a domenica nelle migliori condizioni. Episodi? Non li commento mai, commentateli voi. Dobbiamo pensare a salvarci con le nostre possibilità dopo una grande annata, io ci credo, la squadra anche. Tanti contropiedi subiti? Penso che la squadra ha preso quel gol e abbiamo cercato di recuperare, noi eravamo venuti per essere compatti. Dopo il primo gol, abbiamo creato con coraggio, in contropiede devi concedere qualcosina per cui io penso che 14 tiri a San Siro al Milan per una neopromossa significa che c’è spirito. Domenica per noi è una partita cruciale. Sapevo che Iago aveva un tempo nelle gambe, mi sono preso un rischio. Io devo dargli minutaggio se voglio schierarlo dall’inizio, abbiamo fatto questo 4-2-3-1. Abbiamo bisogno in questo momento di coraggio. Tornare da ex? Col Milan non sarà una partita come le altre, però in questo momento, dopo l’annata dello scorso anno, mi piacerebbe fare un’altra impresa ovvero salvare questa squadra”.