Milan-Benevento | Pioli: “La squadra ha dato buone risposte”

Milan-Benevento | Pioli: “La squadra ha dato buone risposte”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, ai microfoni di DAZN dopo la vittoria interna per 2-0 a San Siro contro il Benevento, terzultima forza della Serie A 2020-2021. Il tecnico rossonero, nel post partita, ha voluto sottolineare con soddisfazione le risposte date dalla sua squadra dopo due sconfitte nelle ultime due partite di campionato. Ecco di seguito le parole dello stesso Pioli:

“Credo che senza spirito di squadra non si va da nessuna parte. Siamo una squadra forte ma non così forte senza essere squadra dall’inizio alla fine. Stasera ho visto delle buone situazioni sicuramente. Ibra? Stiamo parlando di un campione, fa crescere la squadra e i suoi compagni, non averlo per tanto tempo ci ha penalizzato. Le due sconfitte le abbiamo subite a livello mentale, abbiamo reagito. Ibra in contro alla palla voluta da me o da lui? Io credo che spesso non dare punti di riferimento ad una difesa schierata può essere un vantaggio, poi Zlatan ha un’intelligenza calcistica evoluta, a lui piace fare questo tipo di movimento per creare spazi ai suoi compagni. Dobbiamo muoverla a livello mentale e credo non sia stata semplice, era una partita importante dal punto di vista emotivo, i punti sono pesanti, non vincere sarebbe stato negativo per noi ma abbiamo giocato bene la palla, abbiamo giocatori tecnici, dobbiamo muoverla velocemente ma dobbiamo migliorare nell’essere più solidi quando gli avversari hanno la palla e si avvicinano con la palla. L’obiettivo è grande e quindi lo devono essere anche le nostre prestazioni. Calhanoglu? Non ha ancora raggiunto il suo massimo potenziale, è un giocatore che mi piace molto, che sta trovando consapevolezza e fiducia che in passato non l’ha aiutato, secondo me può essere potenzialmente da doppia cifra, deve darsi obiettivi importanti, ha tutte le qualità per riuscirci. Dirigenza vicina in queste settimane? L’area tecnica ci sostiene quotidianamente, è sempre attenta a curare tutto, il club ci sta mettendo nelle condizioni di lavorare bene e questo ti permette di dare il 100%, la dirigenza capisce cosa fare e cosa non fare, cosa dire e cosa no”.